Automazione di magazzino nel 2024: un vantaggio per tutte le aziende italiane

codici barre stoccaggio magazzino

La sfida delle aziende italiane nel 2024 è crescente: competere a livello nazionale ed internazionale. Per farlo bisogna mettere in campo delle strategie che consentano di ridurre i costi ed aumentare i margini di profitto, senza fare venire meno la qualità del servizio. L’automazione di magazzino è uno dei cardini per fare il salto di qualità e massimizzare la produttività del magazzino logistico.

L’automazione di magazzino rappresenta una valida soluzione per gestire i processi produttivi in maniera efficace e produttiva. La maggior parte delle aziende italiane hanno aperto un e-commerce e questo processo di digitalizzazione ha richiesto tempi più rapidi di evasione degli ordini implementando la velocità nello sviluppo e la produzione, nella rotazione della merce e nelle consegne.

In un contesto sempre più globalizzato ed interconnesso sono aumentate anche le aspettative del cliente, il quale è più attento all’efficienza del servizio. Ad incidere sui bilanci aziendali ci sono il costo del mantenimento degli impianti e del lavoro. Sono voci di spesa che aumentano se il magazzino deve allargarsi per ospitare più merce. Per abbattere i costi nei magazzini sono sempre più impiegati strumenti automatizzati per la robotica, il material handling, software di gestione, sensori, strumenti di analisi dei dati. L’automazione dei magazzini è un processo irreversibile soprattutto per aziende che vogliono crescere rimanendo competitive sul mercato.

I vantaggi dell’automazione del magazzino consistono nel concorrere a migliorare i risultati del business con nel lungo periodo una riduzione dei costi. Shuttle, scaffalature automatizzate, nastri trasportatori e automated guided vehicle, concorrono a ridurre il tempo di esecuzione delle operazioni di material handling. Le macchine hanno una capacità di carico maggiore rispetto ai magazzinieri. Decision point, sensori e software di gestione garantiscono una logica ai flussi di lavoro.

In tanti magazzini sono state introdotte macchine capaci di operare anche 24 ore al giorno per 7 giorni, sempre sotto la supervisione umana. Grazie all’automazione in magazzino i tempi morti sono quasi nulli, si riducono i tempi delle operazioni di stoccaggio, movimentazione e preparazione degli ordini.

Grazie all’automazione di magazzino si possono aggiungere risorse senza modificare il modello operativo. Viene meno il processo di formazione di nuove risorse umane da impiegare in magazzino e si possono destinare quelle esistenti al controllo e monitoraggio delle macchine. L’automazione favorisce la flessibilità soprattutto quando ci sono picchi stagionali o quando il business cresce. Infatti i magazzini automatici sono modulari e scalabili. Inoltre con l’impiego sempre crescente dell’Intelligenza Artificiale le ottimizzazioni saranno più impattanti.

Minori costi equivalgono a maggiori profitti. Ottimizzare la capacità di stoccaggio, resa possibile dai magazzini verticali, fa ridurre i costi di affitto, riscaldamento e raffreddamento degli ambienti. A parità di metratura, lo spazio è moltiplicato.

Le macchine non sono antagoniste dell’uomo. Se è vero che una sola macchina può svolgere da sola il lavoro di più persone, al contempo bisogna che sia gestita, supervisionata e manutenuta. Il personale esistente può essere formato ed impiegato per mansioni a maggior valore aggiunto e anche maggiormente retribuito.

Shuttle e AGV liberano l’azienda da molte responsabilità e i dipendenti dall’onere di operazioni rischiose. I sensori IoT aiutano a monitorare la qualità degli articoli e la conformità dei processi. L’uso delle macchine concorrere ad aumentare la sicurezza sul lavoro. Gli strumenti presenti nei magazzini automatici hanno la sicurezza by design, sono concepiti per avere sensori, paraurti, allarmi sonori e luminosi che evitano le collisioni e proteggono sia il personale del magazzino sia la merce.

Gli AGV e le navette hanno sistemi di presa e agganci progettati per la loro destinazione. I robot per la movimentazione di bobine di carta e tissue evitano cadute accidentali e strappi e garantiscono massima igiene ai prodotti, non essendoci possibilità di contaminazioni batteriche durante gli spostamenti.

L’automazione del magazzino va di pari passo con le capacità analitiche di alcuni software. L’analisi dei dati (produzione, stoccaggio, rotazioni, vendita, costi) può servire per richiedere approvvigionamenti automatici dalla produzione al magazzino, per garantire temperatura costante in un ambiente o per fare emergere possibili inefficienze. I dati consentono di tracciare il materiale stoccato e di censire tutte le movimentazioni. I dati alimentano i software di manutenzione predittiva e quindi fanno risparmiare tempo e denaro. L’automazione di magazzino è una delle sfide da vincere nel 2024 per le imprese italiane.