Come vivere gli spazi esterni in ogni stagione dell’anno

Respirare il contatto con la natura senza uscire di casa? Avere a disposizione uno spazio fresco d’estate e caldo d’inverno nel quale potersi concedere momenti di relax e ospitare i propri amici?

Non è un sogno né una realtà riservati a pochi fortunati che vivono in case lussuose e dalle ampie metrature: sfruttare gli spazi esterni (outdoor) della casa è possibile, ed è più semplice di quanto spesso si immagina.

Avere a disposizione un giardino, un balcone o una terrazza, anche di piccole dimensioni, è una grande opportunità. Sebbene questi spazi siano spesso trascurati, rappresentano un valore aggiunto per aumentare il comfort abitativo e accedere a benefici e vantaggi altrimenti impossibili.

Con la giusta attenzione e la scelta degli elementi fondamentali è possibile utilizzare gli spazi esterni anche durante l’inverno, sfruttando pienamente le risorse della propria casa.

5 consigli utili per gli spazi esterni della casa

1-Lo sviluppo dello spazio

Spesso non riusciamo a pensare a come sfruttare gli spazi esterni perché pensiamo che per renderli davvero vivibili occorrano grandi metrature e caratteristiche particolari. In realtà qualsiasi spazio, anche il più piccolo, può rivelarsi utile a questo scopo.

Partendo dalle dimensioni, lo sviluppo e le caratteristiche del giardino, del balcone o della veranda a disposizione si valutano gli elementi migliori, sia strutturali che d’arredo, che lo possano rendere vivibile in ogni stagione dell’anno.

2-Coperture e protezioni laterali

Come rendere uno spazio esterno vivibile sia nelle soleggiate giornate d’estate che in quelle piovose e fredde invernali? Indispensabili si rivelano le coperture quali tende da sole, pergolati e porticati come quelli realizzati su misura da ilberso.it così come le chiusure perimetrali.

Vetrate scorrevoli o a impacchettamento, pannelli divisori e altre soluzioni che hanno la capacità di definire quello spazio, renderlo riservato valorizzandone la privacy e isolarlo climaticamente per renderlo davvero il luogo ideale nel quale ritrovarsi.

3-Definire lo scopo

Un aspetto essenziale è legato alla capacità di creare un ambiente funzionale, sia dal punto di vista pratico che visivo. Una volta varcata la soglia deve risultare chiaro lo scopo di quello spazio.

L’outdoor può essere uno spazio destinato al relax, così come allo smart working, alla socializzazione o all’esercizio fisico; qualunque sia lo scopo è fondamentale creare un layout organizzato e visivamente riconoscibile.

4-Arredo e libertà di movimento

L’outdoor va, come ogni spazio domestico, arredato. La scelta dei mobili e dei complementi deve rispondere a esigenze funzionali (quindi essere utile per lo scopo cui viene utilizzato quello spazio) ed estetiche (esprimendo il proprio stile) prestando particolare attenzione a preservare la libertà di movimento.

Tanto negli spazi piccoli quanto in quelli più grandi è preferibile ridurre il numero degli elementi così da mantenere uno spazio aperto e armonico e non soffocante.

5-Illuminazione e personalizzazione

Per vivere al meglio gli spazi esterni della casa è indispensabile curarne l’illuminazione. Questa svolge sia un evidente funzione visiva che una decorativa. Lampade a LED, faretti, sistemi di illuminazione integrati, piantane, eccetera permettono di creare atmosfere uniche e affascinanti, ideali per ogni occasione.

Ricordando sempre che il successo di questi spazi è legato anche e soprattutto alla capacità di esprimere, tramite ogni elemento, la propria personalità. Così da sentirsi veramente a casa, in uno spazio accogliente e bello da vivere.