Pisa. Lavori pubblici: approvato il piano triennale 2023-2025

31

L’avvio dei grandi progetti Pinqua per la riqualificazione dei quartieri e dei tanti interventi finanziati grazie ai fondi che il Comune si è aggiudicato sul PNRR. Ma anche ingenti risorse per alloggi Erp, edilizia scolastica e manutenzioni, sia per quanto riguarda la viabilità che il settore del verde e arredo urbano, continuando anche il grande piano delle manutenzioni concentrato su asfaltature, marciapiedi, fognature, illuminazione, videosorveglianza e tutto quanto riguarda il decoro urbano.

La Giunta comunale di Pisa ha approvato nei giorni scorsi il programma triennale 2023/2025 delle opere pubbliche, oltre all’ultima variazione all’elenco dei lavori pubblici previsti per l’anno in corso. Entrambi i documenti dovranno essere approvati dal Consiglio Comunale, in funzione dell’approvazione del bilancio di previsione.

“Dalla seconda parte del 2018 ad oggi – ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa – i contributi e i finanziamenti accertati che la nostra Amministrazione è riuscita ad intercettare ammontano complessivamente a oltre 157 milioni di euro. È una cifra di assoluto rilievo, che ben poche città della nostra dimensione, sia in Toscana che in Italia, in questo periodo sono riuscite a reperire tra contributi statali, della Regione, da altre amministrazioni, imprese partecipate e istituzioni sociali privati. In sostanza, si tratta di finanziamenti che sono stati intercettati oltre alle risorse che come Amministrazione abbiamo stanziato all’interno del bilancio comunale di Pisa”.

“Per il 2023 – ha proseguito l’assessore – sono ben 138 i milioni di euro previsti nel piano delle opere pubbliche, con grandi interventi di riqualificazione che investiranno i quartieri, a partire dal finanziamento di 45 milioni del bando Pinqua per la qualità dell’abitare, per proseguire poi con i bandi della rigenerazione urbana che contengono molte opere, dalla nuova piscina, alla riqualificazione del Parco della Cittadella, dalla pista ciclabile per San Rossore ai lastricati in centro. Oltre a queste importanti opere, sono previsti ancora molti investimenti sul comparto delle manutenzioni, asfalti, marciapiedi e pubblica illuminazione, come abbiamo fatto in tutti questi anni, e grandi stanziamenti di fondi sulle scuole, con 8 milioni di euro per costruire scuole nuove, che si sommano ai circa 8 milioni spesi finora dal Comune per la ristrutturazione e la messa a norma degli edifici scolastici cittadini. Inoltre nel 2023, per quanto riguarda il nostro progetto della navigabilità dell’Arno, vedremo la realizzazione del nuovo scalo della Cittadella. Novità finale su cui stiamo lavorando in questi ultimi giorni, è la realizzazione di progetti di smart city per far sì che Pisa diventi una delle prime città smart in Italia: siamo stati recentemente ad Anversa e Barcellona per mettersi a confronto con le principali realtà europee, e già nel 2022 metteremo in campo le prime progettazioni che proseguiranno nel 2023 per sviluppare tecnologia diffusa a servizio dei cittadini”.

Piano triennale dei lavori pubblici 2023-2025. Il programma contiene l’elenco degli interventi programmati nel prossimo triennio, compresi quelli che verranno gestiti dalle società partecipate dal Comune: Pisamo (mobilità), Apes (edilizia popolare) e Navicelli (darsena e canale). In tre anni sono programmati interventi per un totale di circa 169 milioni di euro, di cui oltre 138 a valere sul 2023 e i restanti sul 2024 (21,8 milioni) e 2025 (9 milioni). Dei 138 milioni previsti per il 2023, oltre 96 vengono da finanziamenti pubblici esterni, e nello specifico circa 80 milioni dal PNRR. Il Comune mette come risorse proprie oltre 21 milioni e il resto derivano da apporti di capitale privato e contrazioni di mutui.

Di seguito l’elenco dei principali interventi principali programmati per il 2023, finanziati con risorse PNRR:

Pinqua: Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare
Previsti nel 2023 gli interventi finanziati dal Progetto Pinqua per la qualità dell’abitare e la rigenerazione urbana nei quartieri di Gagno, Porta a Lucca nella zona via Rindi-via Piave e Pisanova-Cisanello, per un valore complessivo di oltre 62 milioni, di cui 45 milioni finanziati con fondi PNRR, che sono così suddivisi nei quartieri:

Gagno – rigenerazione edifici ERP (11.016.276 euro), opere di urbanizzazione (3.979.495 euro) per un totale di quasi 15 milioni;

Via Rindi – via Piave rigenerazione edifici ERP (8.828.965 euro), progetto via Piave “Dopo di noi” (1.670.528 euro), via Rindi – via Piave opere di urbanizzazione percorso parcheggio scambiatore piazza Manin (5.601.632 euro); opere di urbanizzazione primaria e secondaria (1.962.670 euro) per un totale di 18 milioni;

Pisanova-Cisanello progetto Pinqua THIS – rigenerazione edifici ERP (20.122.634 euro di cui 6,7 milioni da PNRR e il resto da Regione Toscana e capitale privato), progetto Pinqua THIS, riqualificazione parchi via Pungilupo a Cisanello (5.019.310 euro), Progetto Pinqua THIS riqualificazione fabbricato “G. Garibaldi” a Cisanello (939.331 euro), progetto Pinqua THIS opere di urbanizzazione (3.182.356 euro) per un totale di 29,2 milioni.

Rigenerazione Urbana

Il Comune di Pisa si è aggiudicato il finanziamento del Dipartimento per gli affari territoriali del Ministero degli Interni per progetti di rigenerazione urbana per un totale di 20 milioni di euro, finanziati da fondi PNRR. Questi gli interventi previsti per il 2023:

Parco urbano e archeologico della Cittadella dell’importo di 7 milioni di euro finanziato interamente con fondi PNRR;

Pista ciclabile Viale delle Cascine di collegamento tra il centro storico della città e il Parco naturale di San Rossore” dell’importo di 1.500.000 euro finanziato interamente con fondi PNRR;

Riqualificazione lastricati e vie del centro storico dell’importo di 1.500.000 euro finanziato interamente con fondi PNRR;

Ex Chiesa della Qualquonia: intervento di restauro e riuso per attività espositive e culturali” dell’importo di 900.000 mila euro e finanziato interamente con fondi PNRR;

Nuova piscina comunale nell’area sportiva di Barbaricina dell’importo di 5.150.000 euro finanziato interamente con fondi PNRR;

Mura Urbane situate ad est del centro storico: intervento di restauro e riutilizzo dell’ex serbatoio dell’acquedotto del bastione del Barbagianni per attività didattiche e centro documentazione acque” dell’importo di 750.000 euro finanziato interamente con fondi PNRR;

Restauro e riuso delle aree e delle mura urbane limitrofe alla Cittadella Galileiana e al Parco Urbano degli Arsenali Repubblicani dell’importo di 2.500.000 euro finanziato interamente con fondi PNRR.

Sport e inclusione sociale

Impianto sportivo polivalente nel quartiere CEP dell’importo di 3.407.000 euro finanziato con fondi PNRR per l’importo di 2.500.000 euro e con contributi APES per l’importo di 607.702 euro.

Nuovi asili nido e scuole

Previsti investimenti per un totale di 8 milioni e 735mila euro. Realizzazione del nuovo asilo Toniolo mediante sostituzione edilizia dell’esistente dell’importo di 1.565.000 euro finanziato con fondi PNRR per 1.365.000 euro;

Ricostruzione del nuovo asilo nido i Passi, in Via Vincenzo Cuoco a Pisa dell’importo di 1.699.130 euro finanziato con fondi PNRR per 1.604.130 euro

Sostituzione edilizia dell’immobile della Scuola Secondaria di primo grado Niccolò Pisano di Marina di Pisa dell’importo di 4.947.370 euro finanziato con fondi PNRR

Riqualificazione architettonica, funzionale e messa in sicurezza della palestra della Scuola Secondaria Mazzini a Porta a Lucca in via Orazio Gentileschi dell’importo di 519.806 euro finanziato interamente con fondi PNRR.

Ciclovie
Realizzazione di nuove ciclovie urbane di collegamento tra i poli universitari e i nodi ferroviari o metropolitani dell’importo di 1.268.224 euro finanziato con fondi PNRR

Questi invece gli interventi finanziati con altri fondi previsti per il 2023:

Opere Viabilità Tra gli interventi in programma nel 2023 per la viabilità stradale la manutenzione straordinaria di Ponte Solferino (150 mila euro) e di altri ponti cittadini (50 mila euro). Previsto anche il rifacimento della rotatoria in zona Cnr (350 mila euro).

Navigabilità. Sul fronte navigabilità dell’Arno è in programma nel 2023 la realizzazione dello nuovo Scalo della Cittadella (500.000 euro).

Edilizia Popolare. Prosegue il programma degli interventi per l’edilizia popolare tramite Apes. Previsti: interventi su edifici ERP per oltre un milione di euro; 4,2 milioni per completare il cantiere di Sant’Ermete a cui si aggiungono, sempre per Sant’Ermete, altri 3,1 milioni per la ristrutturazione/riqualificazione degli alloggi esistenti.

Impianti sportivi. Continuano gli interventi per riqualificare gli impianti sportivi cittadini: sono previsti interventi di manutenzione straordinaria della piscina comunale (50 mila euro), del palazzetto dello sport (50mila euro) e degli impianti sportivi minori (80 mila euro). Previsti anche 200 mila euro per la manutenzione e l’adeguamento normativo, tra il 2023 e il 2024, dell’Arena Garibaldi.

Cimiteri comunali. Previsti interventi sui cimiteri comunali per un importo complessivo di circa 700 mila euro.

Verde e arredo urbano. Previsti nel 2023 investimenti complessivi per 415 mila euro per lavori di manutenzione del verde e arredo urbano. Tra gli interventi in programma anche la realizzazione del progetto di forestazione urbana nei giardini delle scuole comunali (471mila euro): previsti oltre 500 nuovi alberi in 28 scuole cittadine. Previsti 185 mila euro per realizzare la recinzione al Parco urbano di via Battisti/via Bixio.

Manutenzioni Proseguono gli investimenti nel piano delle manutenzioni di strade, marciapiedi, segnaletica, fognature, eliminazione delle barriere architettoniche e illuminazione pubblica per un investimento complessivo di circa 2,3 milioni di euro.

Edilizia scolastica. Proseguono, anche nel 2023, gli interventi sugli edifici scolastici comunali per un importo complessivo previsto di circa 1,8 milioni di euro.

Edifici storici e comunali Previsti complessivamente 2,8 milioni di investimenti sugli edifici storici e comunali. Tra questi: 480 mila euro per la manutenzione degli edifici assegnati alle attività per le manifestazioni storiche, 50mila euro per l’acquedotto mediceo e Mura urbane, 200 mila euro per il Teatro Verdi, 1,4 milioni di euro per il restauro e la manutenzione della Chiesa di San Zeno e 98 mila euro per il restauro delle superfici murate della Cappella Sant’Agata.

Altri interventi. Previsti 100mila euro per l’ampliamento e la manutenzione straordinaria della videosorveglianza cittadina, 100 mila euro per lo spianamento delle spiagge di ghiaia, 350 mila euro per il primo lotto di lavori per la riqualificazione dell’area del Duomo, 80 mila euro per la manutenzione straordinaria del canile comunale, 175 mila euro per la demolizione della Torre Piezometrica di Putignano e per la riqualificazione dell’area, 600 mila euro per l’opera di bonifica ambientale dell’area ex Vacis.

Variazione all’elenco annuale 2022. Tra le principali novità nella variazione di spesa per l’anno in corso, lo stanziamento di un milione di euro in più per la manutenzione e la ristrutturazione degli edifici ERP. L’investimento previsto dall’Amministrazione passa da 1 a 2 milioni di euro in considerazione della necessità di intervenire sugli alloggi sfitti. Tra i nuovi interventi inseriti nell’annualità 2022 figurano: 370 mila euro per migliorare la sicurezza sulle strade comunali, il ripristino degli impianti elettrici a servizio del Teatro di Calambrone (98mila euro) e la realizzazione di un impianto di condizionamento degli spogliatoi nella sede della Polizia Municipale. Previsti inoltre 125mila euro in più, per un totale di 1 milione e 690mila euro, per la realizzazione del nuovo asilo Toniolo e 100mila euro in più, per un totale di 500mila euro, per realizzare interventi sugli edifici comunali e istituzionali, tra cui alcuni lavori manutentivi presso la sede dell’ex Circoscrizione San Giusto/San Marco.