Con Gal impegnati 95 milioni, risorse per sviluppo Aree Interne lombarde

65

“I Gruppi di azione locale della Lombardia hanno impegnato il 95% delle risorse assegnate dalla Regione nell’ambito del Programma di sviluppo rurale tra il 2014 e il 2022 e arriveremo presto al 100%. Un risultato di efficienza straordinario ottenuto grazie al lavoro di sinergia tra Gal e Regione di questi ultimi anni”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, che, a Palazzo Lombardia, ha incontrato i presidenti dei dodici Gal lombardi, enti costituiti da soggetti pubblici e privati con l’obiettivo di sviluppare progetti territoriali per favorire lo sviluppo di aree rurali. “Queste realtà – ha evidenziato Rolfi – sono fondamentali per lo sviluppo agricolo e rurale dei territori, soprattutto in zone considerate marginali ma che hanno un potenziale straordinario sotto il profilo economico, turistico e di valorizzazione economica dei prodotti agroalimentari. Hanno dimostrato con i fatti di essere modelli vincenti di approccio dal basso verso l’alto, puntando su innovazione, multisettorialità e cooperazione tra pubblico e privato”.

La dotazione finanziaria complessiva della nuova misura regionale è pari a 640.000 euro. Il contributo, erogato in conto capitale, è pari al 100% della spesa ammessa a finanziamento ed è riconosciuto alle strategie di sviluppo locale valutate positivamente. “Grazie agli interventi dei Gal – ha detto l’assessore – si sono realizzate infrastrutture per valorizzare i territori, pianificati nuovi stabilimenti produttivi, messi in campo progetti di comunicazione per far conoscere in Italia e all’estero le bellezze turistiche e rurali delle aree interne. Un lavoro che la Regione Lombardia ha sostenuto e incentivato e che sarà centrale anche nel prossimo Psr anche per creare economia ed evitare lo spopolamento di zone ad alto potenziale”.

I nuovi criteri e il bando

“Con i presidenti – ha concluso Rolfi – mi sono confrontato sulla prossima programmazione e, a breve, partirà il bando per l’individuazione dei Gal con nuovi criteri aggiornati”.

Il riparto

Di seguito le risorse impegnate dai Gal della Lombardia nel periodo 2014-2022.

Bergamo
  • Colli di Bergamo e Canto Alto: 7.774.000 euro;
  • Valle Brembana: 8.562.000 euro;
  • Valle Seriana e Laghi bergamaschi: 10.464.000 euro;
Brescia
  • Garda Valsabbia: 8.395.000 euro;
Como
  • Lago di Como: 7.290.000 euro.
Cremona
  • Oglio Po: 6.651.000 euro.
Lecco
  • Quattro Parchi Lecco e Brianza: 8.114.000 euro.
Mantova
  • Garda e Colli mantovani: 7.375.000 euro;
  • Terre del Po: 7.852.000 euro.
Pavia
  • Oltrepo’ Pavese: 7.643.000 euro;
  • Risorsa Lomellina: 7.728.000 euro.
Sondrio
  • Valtellina: 7.117.000 euro.

Totale Lombardia: 95.030.000 euro.