Serie C/girone C 11esima giornata altro successo casalingo del Crotone con l’uomo in meno nell’inedita sfida contro l’Az Picerno.

274

Prossima sfida del Crotone il derby col Catanzaro, domenica 6 novembre ore 14,30, con un solo punto di distanza tra le due squadre.

Crotone      1

Az Picerno  0

Marcatori: 37° Gomez (R)

Crotone (4-3-3): Branduani, Calapai, Golemic, Cuomo, Mogos, Awua (Vitale), Petriccione, Tribuzzi, Chirico’ (Bove), Gomez (Giannotti), Kargbo. All. Lerda

Az Picerno (3-4-1-2): Crespi, Garcia, Novella, Pitarresi (Golfo), Allegretto, De Cristofaro, De Ciancio (Dettori), Guerra, Kouda (Liurni), Diop, Esposito (Santarcangelo). All. E. Longo

Arbitro: Kevin Bonacina di Bergamo

Ass. Giuseppe Luca Lisi – Davide Santarossa

Quarto giudice: Domenico Castellone di Napoli

Ammoniti: Cuomo, Diop, Garcia, Esposito, Petriccione

Espulso: Cuomo

Angoli: 7 a 6 per il Crotone

Recupero: 3 e 5 minuti

Spettatori: 4.656 incasso 28.934,62 euro

Pitagorici in campo con la maglietta con su scritto “Forza Davide” a sostegno del ventenne da parte di tutta la comunità cittadina, attraverso gli atleti della Fc Crotone. Rinnovata vicinanza al ragazzo brutalmente aggredito lo scorso agosto mentre era in vacanza nel capoluogo ionico.

La partita: Vittoria netta conquistata dal Crotone con molta sofferenza ma meritata nei confronti del Picerno e non poteva essere diversamente considerando i diversi valori espressi nel corso della partita. “Merito” da ascrivere agli ospiti aver messo in pratica una tattica ostruzionistica con l’intento del non gioco per un improbabile risultato positivo. Gli uomini di mister Longo hanno affrontato il Crotone con l’arma dei non  valori tecnici ma con molto ostruzionismo. Pitagorici pratici, concreti e senza lasciarsi andare a preziosismi da parte dei singoli, come piace a mister Lerda. Il vero volto della squadra con l’ambizione della promozione. Le tre ravvicinate partite in sette giorni, non hanno indotto il tecnico di casa a cambiare schieramento iniziale. Una sola sostituzione e questa ha riguardato l’esclusione del difensore sinistro Giron per fare posto a Mogos. Picerno con l’obbligo di invertire il negativo percorso di una sola vittoria dall’inizio della stagione, ha cambiato inizialmente assetto tattico e qualche giocatore schierando l’ex Crespi tra i pali al posto di Albertazzi, Esposito per Liurini, Guerra e Pitarrese in sostituzione di Dettori e Pagliai. Primi sette minuti con il Crotone che sfiora il gol in tre occasioni. Terzo minuto Tribuzzi manda il pallone a sfiorare il palo alla sinistra di Crespi. Settimo minuto triangolazione Tribuzzi, Gomez che calcia convinto di mandare il pallone in rete ma esce fuori. Bene la sovrapposizione lungo la fascia desta e sinistra del Crotone rispettivamente con Calapai, Chirico’ e Mogos, Kargbo. Picerno sempre con quattro uomini in difesa ai quali si aggiungevano Guerra e Pitarrese quando l’offensiva pitagorica era più pressante. Azioni offensive degli ospiti affidati a Diop e Esposito. Gioco pressante del Crotone ma poco produttivo in fase di  conclusioni a rete. Per il vantaggio occorre aspettare il minuto trentatré quando Kargbo viene atterrato in area da Garcia. Dal dischetto batte Gomez e realizza il suo sesto gol stagionale. Ripresa che si vive sul possibile raddoppio per il Crotone e con gli ospiti alla ricerca del pareggio. La pessima giornata del direttore di gara penalizza i locali con l’espulsione di Cuomo per doppio giallo. L’uomo in meno costringe mister Lerda ad effettuare alcuni cambi per sopperire alla mancanza del difensore. Fuori la coppia offensiva Chirico’, Gomez per fare posto al difensore centrale Bove e al centrocampista Vitale. La partita acquista un’altra fisionomia e non poteva essere dovendo il Crotone difendere il minimo vantaggio con l’uomo in meno. Nona vittoria stagionale, sesta casalinga senza subire gol, e domenica prossima il tanto atteso derby in quel di Catanzaro dove le due squadre si affrontan distanziati di un solo punto dopo il pareggio (2-2) esterno del Catanzaro contro l’Avellino.