Al teatro romano di Ventimiglia: “Antico Mediterraneo” con Teatro Pubblico Ligure e STAR Sistema Teatri Antichi Romani

318

Teatro Pubblico Ligure mercoledì 28 settembre 2022 al Teatro Romano di Ventimiglia, partecipa all’evento “Antico Mediterraneo. La rinascita del teatro romano di Ventimiglia”, organizzato e sostenuto dalla Provincia di Imperia in collaborazione con il Ministero della Cultura – Direzione regionale Musei Liguria e Area Archeologica di Nervia e con il Comune di Ventimiglia. L’evento si apre alle 17.15 con i saluti istituzionali del presidente della Provincia di Imperia Claudio Scajola, del Direttore regionale Musei Liguria (Ministero della Cultura)Alessandra Guerrini, del Segretario regionale Arch. Manuela Salvitti(Ministero della Cultura) e del Commissario straordinario del Comune di Ventimiglia Samuele De Lucia e del Soprintendente Roberto Leone (Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Imperia e Savona)

Alle 17.45 si prosegue con la presentazione del libro “Il teatro romano di Albintimilium” a cura di Luigi Gambaro, frutto del lungo e fondamentale lavoro di restauro e ricerca svolto tra il 2011 e il 2017. Alle 18.45 Sergio Maifredi, direttore artistico di STAR Sistema Antichi Teatri Romani introdurrà lo spettacolo “Concerto mediterraneo”. Alle 19.00 si passa alla festa in teatro con il “Concerto mediterraneo. Canzoni, ballate e serenate del Mediterraneo”con Mario Incudine e Antonio Vasta, artisti già ospiti dell’AlbintimiliumTheatrumfEstcon grande successo. Con questo spettacolo, una sintesi delle precedenti creazionipresentate a Ventimiglia arricchite da canzoni inedite, idealmente si chiude la seconda edizione del festival. Mario Incudine è un artista di straordinario talento: attore, cantante, autore, interprete. Ha vinto il Nastro d’argento 2021 per la colonna sonora del film “Cùntami” di Giovanna Taviani; è stato finalista al David di Donatello ed è stato insignito per i suoi meriti del titolo di Cavaliere della Repubblica. Sul palco esegue le canzoni alla chitarra, accompagnato dall’amico e sodale maestro Antonio Vasta, impegnato alle tastiere, alla fisarmonica e all’organetto. La prima parte dello spettacolo, ideato e diretto da Sergio Maifredi, è dedicata all’Odissea e ai Paladini di Francia. La seconda parte è composta di canzoni, ballate e serenate in rapporto giocoso con il pubblico, che sarà coinvolto con eleganza in un momento culturale, gioioso e dinamico. Informazioni su www.teatropubblicoligure.it e www.beppegambetta.com.