Culturété. L’estate nei siti e nei castelli della Valle d’Aosta: programma dal 9 al 17 luglio

156

L’Assessorato dei Beni culturali, Turismo, Sport e Commercio ricorda, di seguito, la programmazione prevista per il periodo dal 9 al 17 luglio 2022 nell’ambito della rassegna Culturété. Sabato 9 luglio, alle 17, i bambini saranno gli ospiti d’onore al castello di Aymavilles dove potranno giocare con la storia ricostruendo uno speciale Album di famiglia alla ricerca dei personaggi che hanno abitato questa dimora nel corso del tempo. Prenotazione obbligatoria al numero +39 0165 906040 (tutti i giorni 9-19). In alternativa, sempre alle 17, è possibile scegliere il Castello Gamba, museo di arte moderna e contemporanea di Châtillon, dove l’attività Bimbi in Gamba! porterà i piccoli visitatori nel mondo del colore con Mario Schifano attraverso la scoperta di alcune opere dell’artista e la successiva reinterpretazione da parte dei bambini. Prenotazione obbligatoria al numero +39 0166 563252 (tutti i giorni 9-19). Queste attività delle Storie per Gioco si ripeteranno nei due castelli ogni sabato di luglio e agosto alle ore 17.

Lunedì 11 l’appuntamento è al Criptoportico forense in piazza San Giovanni XXIII ad Aosta, con la serata di ArchéoÉté dedicata ai cento anni del romanzo Ulysses di James Joyce. Ogni settimana una compagnia teatrale valdostana accompagnerà il pubblico Sulle tracce di Ulysses interpretando, attualizzandolo, un passaggio, un brano, un pensiero di uno dei capolavori letterari del Novecento. Questa settimana, in due spettacoli diversi alle 20,15 e alle 21,30 l’attrice Barbara Caviglia proporrà quattro azioni narrative in un denso contrappunto di sensi, suoni e pensieri. Prenotazione obbligatoria a partire dal martedì precedente l’evento al numero +39 3496436018 (tutti i giorni 9-19)

Mercoledì 13 luglio alle 20,15 e alle 21,30 il programma di ChâteauxNuits ci porta al castello di Issogne rappresentato simbolicamente dall’Ottagono: l’evocativa forma della nota Fontana del Melograno, simbolo di vita e di forza che darà lo spunto alla Compagnia teatrale Palinodie per un meraviglioso racconto verso l’infinito. Prenotazione obbligatoria a partire dal giovedì precedente l’evento al numero +39 3483976575 (dal lunedì al venerdì 9-13).

Il castello di Aymavilles sarà il sontuoso protagonista, giovedì 14 luglio alle 21, di Dame e calici: coinvolgenti visite-racconto al femminile con brindisi finale sotto le stelle. Guide-narratrici metteranno in luce storie di donne che hanno lasciato l’impronta delle loro vite nel maniero divenuto dimora di spensierate villeggiature: una inedita lettura in filigrana del patrimonio culturale, tutta al femminile, per assaporare la potenza del “soft power” più longevo della storia, fino ad oggi. La visita sarà infatti seguita, nel parco ai piedi del castello illuminato, da un originale talk-show con degustazione guidata dei vini di una viticoltrice valdostana, accompagnati da un assaggio di prodotti del territorio. Prenotazione obbligatoria a partire dal lunedì precedente l’evento al numero +39 3518911081 (tutti i giorni 18-21). Informazioni: [email protected]

Archeologia dedicata ai più piccoli venerdì 15 luglio alle 15 al MAR – Museo Archeologico Regionale si Gioca con la Storia alla scoperta degli abitanti di Aosta romana raccontati attraverso i tanti oggetti esposti e sperimentando un’attività manuale. Prenotazione obbligatoria entro le ore 12 del giorno dell’attività al numero +39 3488998866 (tutti i giorni 9-19) oppure scrivendo a [email protected]

E ancora sabato 16 luglio alle 18 si rinnova l’appuntamento al castello Gamba di Châtillon per un incontro con Francesco Guzzetti, storico dell’arte contemporanea, che illustrerà al pubblico la figura dell’artista Mario Schifano cui è dedicata la mostra estiva del Gamba, visitabile fino al 25 settembre 2022, tutti i giorni dalle 9 alle 19. Prenotazione obbligatoria al numero +39 0166 563252 (tutti i giorni 9-19).

La seconda settimana di Culturété si chiude domenica 17 luglio alle 15 con un’interessante ArchéoPromenade, una passeggiata pomeridiana in compagnia degli archeologi per scoprire in maniera approfondita i siti musealizzati di Aosta romana con partenza dal MAR, il Museo Archeologico Regionale in piazza Roncas. Prenotazione obbligatoria al numero +39 3488998866 (tutti i giorni 9-19) oppure scrivendo a [email protected]

Ricordiamo, infine, le diverse mostre visitabili in città. Al MAR – Museo Archeologico Regionale, Espressionismo svizzero. Linguaggi degli artisti d’Oltralpe, visitabile fino al 23 ottobre 2022. L’esposizione si propone di raccontare una stagione straordinaria, ma ancora poco conosciuta dell’arte del Novecento, quella dell’Espressionismo svizzero. La mostra, promossa dall’Assessorato Beni culturali Turismo, Sport e Commercio della Regione autonoma Valle d’Aosta, è curata da Daria Jorioz, Andrea Lutz e David Schmidhauser. Grazie ai prestigiosi prestiti provenienti dal Kunst Museum di Winterthur e da una serie di importanti nuclei collezionistici museali e privati svizzeri, la rassegna riunisce per la prima volta capolavori provenienti da tutta l’area geografica elvetica, includendo sia il Ticino sia la zona della Svizzera francese, fino ad ora poco conosciuti dal grande pubblico.

Alla Chiesa di San Lorenzo ad Aosta, Marco Jaccond. Autour de Marcel Proust (1871-1922), visitabile fino al 28 agosto 2022. La mostra Propone un progetto inedito dell’artista valdostano Marco Jaccond, realizzato in occasione del centenario della morte dello scrittore francese Marcel Proust e in omaggio alla sua opera monumentale À la recherche du temps perdu, pubblicata in sette volumi tra il 1913 e il 1927.

All’Hôtel des Etats, in piazza Chanoux ad Aosta, CULT21: Fotografare il mondo oggi – The Families of Man, visitabile fino al 2 ottobre 2022. L’esposizione presenta le immagini del concorso fotografico nazionale, dedicato agli artisti residenti in Italia dai 18 ai 35 anni, svoltosi nel 2021. Il contest fotografico richiedeva di inviare un’immagine inedita con temi di forte attualità, connessi alle sezioni dell’esposizione The Families of Man, aperta al Museo Archeologico Regionale nel 2021, quali “La fine della modernità: la globalizzazione e il ripensamento dell’identità”, “Il mondo connesso: dalla virtualità alla sostenibilità” e “La pandemia: la resilienza e la ripartenza”.

INFO

Regione autonoma Valle d’Aosta

Assessorato Beni culturali, Turismo, Sport e Commercio

www.regione.vda.it

0165 274327 – 274365