Come funziona il trading sui Futures USA: Dow Jones, DAX, S&P 500…

107

I contratti futures, o più semplicemente futures, sono strumenti derivati in quanto i loro prezzi derivano da un’attività sottostante. I futures sono negoziati in forme standardizzate (vai sul sito) e sono regolamentati dalla Commodity Futures Trading Commission (CFTC). Gli asset sottostanti ai futures possono essere di vario genere (materie prime, azioni, indici, ecc.) e tra i futures più negoziati rientrano sicuramente quelli statunitensi.

I futures possono essere utilizzati per l’hedging e la speculazione. Una volta concordati,diventano un obbligo di esercizio del contratto alla data di scadenza. In ogni caso, possono essere liquidati in contanti per differenza netta, dato che la maggior parte di questi contratti sono utilizzati a fini speculativi.

Cosa sono i futures?

Un contratto futures è un contratto finanziario legale tra due parti per l’acquisto o la vendita di un’attività sottostante in una data futura e a un prezzo predeterminato. Gli investitori possono investire con il diritto di acquistare o vendere a una data futura. Tuttavia, una volta concordato, diventa obbligatorio chiudere il contratto ad una data specifica.

In un contratto future, entrambe le parti assumono l’obbligo di acquistare e vendere simultaneamente l’attività sottostante. L’acquirente ha l’obbligo di acquistare l’attività e il venditore ha l’obbligo di vendere l’attività sottostante alla data di scadenza del contratto.

L’effettiva consegna dell’attività dipende però dalla natura del contratto future. Poiché molti investitori utilizzano i futures solo a fini speculativi, il venditore può anche accordarsi solo per un regolamento del flusso di cassa netto. Tuttavia, se il contratto prevede la consegna di una merce, il venditore dovrà consegnare la merce al prezzo prestabilito.

Principali Futures USA

I futures USA sono i contratti futures più negoziati sul mercato e possono essere stipulati per diversi tipi di attività:

  • Futures su indici azionari come Dow Jones, DAX, S&P 500, Nasadq, ecc.
  • Futures su materie prime come petrolio, mais, ecc.
  • Futures su metalli preziosi come l’oro o l’argento
  • Futures su valute
  • Futures sui titoli del Tesoro USA

Come funzionano i futures?

Il contratto future vincola legalmente i venditori e gli acquirenti del contratto a completare la transazione a una data e a un prezzo specifici. Entrambe le parti regoleranno il contratto indipendentemente dal movimento del prezzo dell’attività sottostante.

Una stanza di compensazione facilita entrambe le parti nella negoziazione dei futures. Anche se il contratto viene stipulato direttamente tra l’acquirente e il venditore, la stanza di compensazione si assume la responsabilità di facilitare il contratto. In pratica, la stanza di compensazione regolerà il flusso di cassa netto e riceverà una commissione per l’offerta dei servizi. In questo modo, i rischi e i benefici vengono trasferiti ai venditori e agli acquirenti.

I futures sono strumenti ad alta leva finanziaria. Ciò significa che gli investitori richiedono solo il 10-15% circa del valore del contratto come margine iniziale. Tuttavia, se l’attività sottostante perde valore, la stanza di compensazione o il broker possono richiedere ulteriori fondi come margine di mantenimento.