Toner: scopriamo quali sono le diverse tipologie

94

I toner compatibili sono dei prodotti che stanno divenendo sempre più diffusi, in rete infatti vi sono e-commerce come Tuttocartucce.com che ne propongono tantissimi e che sono assai apprezzati in quanto consentono di godere di una qualità di stampa molto interessante, in molti casi del tutto analoga a quella che possono garantire i toner originali, a fronte di costi di gran lunga inferiori.

Quali sono le diverse tipologie di toner? I toner, assieme alle cartucce, sono i consumabili delle stampanti, tramite cui queste ormai diffusissime periferiche riescono a funzionare, ma non tutti sanno che in commercio è possibile scegliere tra diverse varietà di tali prodotti.

Non ci stiamo riferendo al colore dell’inchiostro, bensì ad altre caratteristiche del prodotto che rendono profondamente differente il relativo prezzo.

Non esitiamo, dunque, e scopriamo quali sono le varianti tra cui è possibile scegliere in riferimento alla medesima stampante.

La prima alternativa: acquistare toner originali

Acquistare toner originali rappresenta la scelta canonica per chi deve procurarsi i consumabili della propria stampante, sia essa utilizzata a livello domestico o aziendale.

I toner originali sono quelli prodotti dal medesimo marchio produttore della stampante, ciò significa che se si possiede, ad esempio, una stampante Canon, i relativi toner originali saranno prodotti proprio da Canon.

Toner e cartucce non sono dei prodotti “universali”, ovvero utilizzabili indistintamente su qualsiasi modello di stampante, al contrario ogni singola casa produttrice ha i propri standard, quindi le cartucce di un brand non potranno essere utilizzate nella periferica di un’azienda concorrente.

Sottolineare quest’aspetto è molto interessante, perché molti consumatori non ne sono consapevoli.

Un’opzione economica sempre più diffusa: i toner compatibili

Come abbiamo detto in precedenza, ogni marchio produttore segue dei propri standard per quel che riguarda i toner e le cartucce, quindi i prodotti di un marchio non sono utilizzabili in quello di un concorrente.

Nonostante questo, non è vietato ad ulteriori aziende di produrre dei toner specifici affinché possano essere utilizzati in stampanti di altri marchi, toner che quindi non sono originali, ma che possono comunque essere utilizzati senza rischi.

Si badi bene che questa non è affatto una pratica commerciale scorretta: i toner compatibili non sono venduti come se fossero originali, ma sono presentati per ciò che realmente sono, dunque non si sta parlando di contraffazione o di pratiche simili.

Il mercato dei toner compatibili è cresciuto in maniera importante negli ultimi tempi, anche dal punto di vista qualitativo, dunque oggi acquistando dei modelli compatibili ci si possono garantire stampe più che soddisfacenti a fronte di una spesa molto più bassa: nella grande maggioranza dei casi il prezzo dei toner compatibili è pari a meno della metà di quello dei modelli originali.

La terza possibilità: acquistare dei toner rigenerati

Se si vuol evitare di acquistare dei toner originali per poter risparmiare, i toner compatibili non sono l’unica alternativa: si può pensare anche di acquistare dei toner rigenerati.

Come suggerisce lo stesso termine, i toner rigenerati sono dei toner che si sono esauriti e che, tramite degli appositi processi, sono stati nuovamente riempiti di inchiostro e resi nuovamente utilizzabili.

Anche questa soluzione consente di ridurre le spese rispetto all’acquisto di prodotti originali, anche se è sicuramente meno diffusa rispetto alla scelta di toner compatibili, sia perché rigenerare dei toner non è sempre possibile e sia perché il processo di rigenerazione fa perdere progressivamente qualità al consumabile, dunque il livello qualitativo della stampa tende a risentirne.