Ibra di parola: quando sono arrivato dissi che avrei riportato il Milan in alto

193

L’uomo della provvidenza. Zlatan Ibrahimovic può intestarsi lo scudetto numero 19 del Milan insieme a Stefano Pioli. Lo svedese si è tolto tante soddisfazioni in carriera, ma questo scudetto con il Milan è speciale. ” E’ la mia soddisfazione più grande. Quando sono tornato, in conferenza stampa ho detto che avrei riportato il Milan al top. In tanti ridevano e invece ora siamo qui che abbiamo vinto lo scudetto. Abbiamo fatto tanti sacrifici, ma niente è impossibile. La squadra è stata sempre molto disponibile, aveva bisogno di un pilota che li guidasse, sono arrivato io, l’ho fatto e abbiamo vinto”. Il campione nordico non ha intenzione di ritirarsi. “Se starò bene non è stata la mia ultima partita. Valuterò se operarmi. Voglio dedicare questo trofeo a Mino Raiola. Sono stato vicino al Napoli, poi lui mi ha detto che ero l’unico che potevo salvare il Milan”.

Ibra tesse le lodi di Stefano Pioli. “Il mister ha fatto grandi cose. Tutti erano qui due anni fa, ma abbiamo lavorato tanto e alla fine abbiamo vinto noi. Era una situazione complicata. Siamo cresciuti tanto. Il mister mi dà grandi responsabilità, era un po’ stressato negli ultimi mesi, ma io ero al suo fianco”.