L’Ossezia del Sud il 17 luglio aderisce alla Russia

208

Prosegue l’espansione rusa. L’Ossezia del Sud sta per aderire alla Russia. La regione secessionista della Georgia infatti terrà un referendum sull’adesione alla Russia a luglio. Lo ha annunciato il suo leader Anatoly Bibilov, che ha fissato il 17 luglio come data per lo svolgimento del voto. “Anatoly Bibilov ha firmato un decreto sullo svolgimento di un referendum nella Repubblica dell’Ossezia del Sud”, ha affermato il suo ufficio in una nota, citando “l’aspirazione storica” del suo popolo ad unirsi alla Russia.

Mosca ha esercitato un controllo effettivo sulla regione da quando ha combattuto una breve guerra con la Georgia nel 2008. La Russia e pochi altri paesi riconoscono l’Ossezia del Sud come uno stato indipendente, ma la maggior parte del mondo la considera ancora parte della Georgia. A un mese dall’inizio della guerra della Russia con l’Ucraina, Bibilov ha detto che l’Ossezia del Sud avrebbe adottato le misure legali necessarie per unirsi alla Russia. Il referendum segue più o meno lo schema della Crimea. Dopo che Vladimir Putin ha “preso” la penisola del Mar Nero dall’Ucraina nel 2014, si è tenuto un referendum sull’adesione alla Russia e si dice che il 97% abbia votato a favore. Il referendum si è svolto mentre laCrimea era sotto il controllo delle truppe russe e il risultato non è stato riconosciuto dalla maggior parte dei Paesi. La Russia ha poi annesso la Crimea.