Sempre

204

 

Sempre

 

 

 

Di Vincenzo Calafiore

22 Aprile 2022 Udine

 

 

E poi all’improvviso arriva la “ felicità” non la conosci, non sai cos’è quel dolore dentro! Non fa male, non duole, è un sentire qualcosa che pur non sapendole darle un nome la senti buona, meravigliosa, e ti senti strano, diverso da ieri. Quel qualcosa ti porta lontano, in quel mondo che ami, custodito in te, perché è tuo, perché ti appartiene!

Pensando alla felicità ti si inumidivano gli angoli negli occhi, ti scappava un sorriso pensando a quell’immaginaria creatura che amavi, proprio come tu ami la vita! Quella vita che hai sentita tua a cui appartieni.

Da quel momento hai capito guardandola che lei il mare che tu cercavi lo aveva negli occhi! Hai capito che lì dovevi andare e lì dovevi rimanere, perché l’amore che hai sempre cercato era proprio lì, in quegli occhi che t’incantano se appena li guardi! Perché è di questo che si tratta di – occhi –  gli occhi dell’amore!

Occhi da amare, da rimanerci incollati come a una finestra spalancata su un mare grande come un oceano; quegli occhi che appena li hai guardati ti hanno stregato, portato via dal tuo piccolo mondo in un altro molto più grande, molto più bello, molto più profondo del loro stesso mare che custodiscono dentro.

Questo si chiama amore, perché amore è  – mare – sconfinato, sereno, quiete, agitazione, paura, imprevedibilità, movimento, vita; per amare una Donna ci vuole coraggio, atti personali di coraggio, quel coraggio che ci consente di guardarla in faccia,dritta negli occhi dirle ciò che si ha dentro, che si prova, che si sente, raccontare quel dolore dolce: raccontarle la felicità, la felicità che è lei !

La felicità di stare con lei, di rimanere lì chino dinanzi agli occhi suoi incantato e dimenticato dal tempo, lontano dal mondo.

Ma Tu, sai cosa significa  – Amare – , amare una Donna?

Hai il coraggio di amarla?

Per percepire l’amore che è in te, devi prima capire che il mare che hai in te non ti appartiene perché è il suo mare, il suo Oceano!

Ma tu prova ad andare al mare, siediti davanti a Lui, ascolta il suo linguaggio, osservalo, osserva i suoi movimenti; poi, chiudi gli occhi, fa’ che il mare entri in te. Ascolta i tuoi pensieri, fai muovere le tue emozioni più belle, fa’ che il mare agiti i tuoi desideri; apri gli occhi, accetta la sfida che ti pone da fuori e da dentro, sorridi fiero al mare, perché puoi essere forte come Lui; adesso hai capito che  il mare è in te, non puoi più ignorarlo, tu gli appartieni! Prendi l’amore della tua vita se ne hai coraggio!

Amala come solo tu potresti fare, ma amala nella sua dignità, nella sua libertà, nel suo modo di essere donna, amante, amica, sposa!

Amala senza il pregiudizio, ne colore di pelle, è di amore che si tratta e sappi che lei non vuole il sesso, lei cerca in te la condivisione non la violenza o il rifiuto, ti ama e basta; così quando la ami, lei vuole tenerezza, scambiare l’amore con chi ama piuttosto che il finale sesso nello squallore del momento.

L’amore vuole tenerezza e dolcezza, anche se questo luogo dove mi trovo pare che le abbia disconosciute.

“ Continuerò a scrivere di tenerezza e di amore, lo farò perché come una poesia o un buon libro, non hanno un solo significato o senso che sia, ma dischiudono le porte di un mondo completamente diverso. Una poesia non è un componimento è un tratto di mare interiore con le sue profondità;  è emozione per chi la scrive e per chi la leggerà facendola sua. Perché l’amore non appartiene, sei tu ad appartenerle!

Così è l’amore, un mare di emozioni, infinito, immenso. E’ un perpetuo

– ti amo – ! Potrò sempre dirle che l’amerò sempre, per sempre la sognerò, sognerò l’amore che mi ha dato, non amerò che lei nella mia vita! “

Quanto sarebbe meraviglioso poterle dire ancora queste cose …. E invece………!