Sassicaia Tenuta San Guido, un vino pregiato e prezioso

1143

Per chi ama il vino pregiato, di grande qualità, selezionato da esperti, da poter acquistare online in totale sicurezza e affidabilità, sul sito di Enoteca Properzio si può trovare una ricca selezione delle migliori bottiglie, ognuna di loro accompagnata da una scheda informativa che offre una dettagliata descrizione del vino e consigli utili per il giusto abbinamento eno gastronomico.

Il sommelier di Enoteca Properzio è a disposizione per offrire ogni informazione necessaria per la scelta del vino e per aiutare a creare, a chi lo desiderasse, un cantina personalizzata secondo i gusti particolari dell’acquirente. Il servizio clienti è disponibile al telefono e in chat per guidare e informare nell’acquisto dei vini e dei prodotti gastronomici presenti sul sito.

I vini sul sito di Enoteca Properzio sono disponibili all’acquisto anche presso la prestigiosa e rinomata enoteca aperta a Spello, in provincia di Perugia. Oltre alle bottiglie di vini bianchi o rossi, italiani o esteri, sono in vendita prodotti gastronomici tipici del territorio e della tradizione umbri, come oli e aceti, formaggi, pasta, salumi, salse e mieli.

Fra le molteplici etichette provenienti dalle migliori cantine e aziende vinicole in Italia o del mondo, non poteva mancare una esclusiva selezione di Sassicaia, uno dei vini più richiesti e apprezzati. Il Sassicaia, anche chiamato un tempo Bolgheri Sassicaia, viene prodotto in esclusiva nei vigneti dalla Tenuta San Guido, nel Comune di Castagneto Carducci, in provincia di Livorno. È un vino a denominazione DOC, prodotto con almeno l’80% di Cabernet Sauvignon.

Le sue caratteristiche organolettiche lo rendo un vino dalla personalità unica, inimitabile, da abbinare pietanze “importanti” come primi piatti e risotti, piatti di carne rossa e formaggi. Il colore del Sassicaia è rosso rubino, che tende alle tonalità quasi violacee del granato; il profumo è  ricco e maestoso e il sapore asciutto, robusto e armonico dalla struttura elegante.

Storia del Sassicaia DOC e del Marchese che lo “inventò”

La storia del Sassicaia ha inizio negli anni 40, quando il marchese Mario Incisa della Rocchetta notò una somiglianza morfologia fra i terreni della tenuta San Guido, nel cuore della Maremma livornese, e la terra di Graves, a Bordeaux, in Francia, da cui provenivano le barbatelle di cabernet sauvignon e cabernet franc da cui poi produsse il celebre vino. Piantò i vitigni e ottene le prime bottiglie di Sassicaia nel 1944, prodotto esclusivamente per uso familiare. Quella del 1968 è stata la prima annata a esordire sul mercato. Nel 2013, il Sassicaia ha ottenuto la denominazione DOC autonoma, distaccandosi dal DOC Bolgheri, di cui era sotto-zona dal 1994, anno in cui nacque la qualifica di Denominazione d’Origine Controllata.

Oggi i vini Sassicaia sono considerati dagli appassionati e dagli esperti del settore, dei veri e propri prodotti su cui investire, come opere d’arte da conservare nel tempo; beni preziosi e prestigiosi il cui valore cresce negli anni.

Le migliori annate del Sassicaia Tenuta San Guido

I prezzi del Sassicaia dipendono dall’annata e dai formati delle bottiglie. Ogni anno di produzione del Sassicaia Tenuta San Guido meriterebbe una menzione d’onore, ma alcune annate sono da ritenersi veramente speciali. Un’annata molto quotata, apprezzata e ricercata sia in Italia che all’estero, è quella del 2008. Si tratta di un Sassicaia che richiede una conservazione di diversi anni, con un sapore dallo spessore importante, con tannici ben equilibrati e un colore rubino davvero particolare. Altre annate per cui si può parlare di bottiglie da collezione sono anche le recenti 2015 e 2016, per non parlare del 1985, annata entrata nella leggenda quando il Sassicaia Tenuta San Guido ha battuto i vini francesi a una prestigiosa degustazione internazionale.

Disponibili per l’acquisto online sul sito dell’Enoteca Properzio, ci sono altri grandi annate e in formati diversi. La bottiglia di Sassicaia Tenuta San Guido da 6 litri, annata 2000, è autografata dal Marchese: è un vino sapido e nel contempo rotondo. L’annata 2012, anche questa in bottiglie da 6 litri, invece è un vino più denso al palato, fermo e fresco, con profumazioni floreali.