Incendio a Montecchio Precalcino. Morto Gianni Marotto: il radiologo in pensione ha provato invano a mettersi in salvo

774

Un’abitazione devastata dal fuoco e il proprietario trovato senza vita assieme al suo fedele cane. Gianni Marotto, e il suo cane sono morti nel rogo scoppiato in via Terraglioni a Levà di Montecchio Precalcino, in un’abitazione di due piani, non distante dall’autostrada. L’allarme è stato lanciato da un passante che aveva notato fiamme e fumo nell’immobile.

All’arrivo dei Vigli del Fuoco per il padrone di casa e il suo animale non c’era più nulla da fare. L’incendio si era già esteso sui due piani dell’abitazione e gli operatori si sono subito messi al lavoro riuscendo a circoscrivere le fiamme ed evitare che intaccassero anche l’abitazione attigua. Quando sono riusciti ad entrare e a controllare le stanze, hanno rinvenuto il corpo di Gianni Marotto e del cane. A intervenire anche il Suem 118 che però non ha potuto fare nulla, e i carabinieri.

Marotto era un tecnico radiologo in pensione. Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri della Compagnia di Thiene (Vicenza) l’uomo, svegliato dalle fiamme, avrebbe cercato di aprire una finestra ma è stato soffocato dal fumo che ha invaso l’intera abitazione. La causa del rogo, secondo le prime indicazioni, è verosimilmente ricollegabile ad una stufa a kerosene utilizzata per il riscaldamento. L’autorità giudiziaria ha disposto il sequestro dell’immobile.