Bini: bene ingresso di Friulia in Officine Fvg

174

“L’ingresso di Friulia in Officine Fvg segna un passo importante per l’azienda friulana che avrà così garantita quella solida partnership finanziaria necessaria a sviluppare nuove tecnologie e ad acquisire know how per sviluppare mercato. Il settore dell’automotive richiede sempre innovazione e capacità di rapido mutamento, caratteristiche che vanno sostenute con investimenti e capacità di visione”. Così l’assessore regionale alle Attività produttive Sergio Emidio Bini ha commentato l’investimento di Friulia in Officine FVG, azienda con sede a Campoformido che opera nei settori della riparazione, carrozzeria e vendita ricambi per autoveicoli industriali ed autovetture. L’operazione prevede un intervento complessivo di un milione di euro, suddiviso in un aumento di capitale di 500 mila euro e in un finanziamento di ulteriori 500 mila euro.

La partnership è stata annunciata in occasione della visita di Bini allo stabilimento, assieme alla presidente di Friulia Federica Seganti e accompagnati dal presidente dell’azienda Enzo Tulisso. La sede di Campoformido si estende su una superficie complessiva di 22 mila metri quadrati di cui 7 mila coperti. Officine FVG opera principalmente sul mercato regionale e limitrofo grazie ad altri tre stabilimenti a Pavia di Udine, San Dorligo della Valle e Portogruaro.

Nonostante l’azienda abbia subìto un rallentamento delle attività nei primi mesi del 2020, è riuscita a riprendersi velocemente anche perché il comparto della manutenzione e della riparazione dei veicoli non è rientrato tra i settori sospesi dai provvedimenti statali anti Covid. Il valore della produzione nel 2020 si è dunque assestato su 11,5 milioni, con un calo contenuto al 9 per cento rispetto ai 12,7 milioni del 2019.
Il piano pluriennale di crescita di Officine FVG prevede una pluralità di interventi finalizzati al consolidamento e all’espansione del portfolio clienti. In particolare nei prossimi tre anni saranno investiti 300mila euro per ampliare le attività nei segmenti delle vetture ibride ed elettriche e completare le certificazioni di qualità nell’ambito della sicurezza e dell’ambiente.