Mentor Sharoney intervista su uomini attraenti, belle donne e passione

516

L’Autrice Best-Seller per 8 volte e Life Coach Sharoney crede che una donna ti apprezzerà di più se la rendi la passione numero 2 della tua vita…

Ho iniziato a leggere articoli sull’autostima online. Pensavo fosse la ragione principale per cui non riuscivo a raggiungere i risultati che volevo in molte aree della vita. Poi ho scoperto il magazine “The mind” che si concentra solo sull’autostima e quello che la sua editor Mentore Sharoney chiama “Psicologia Pratica”. Ma poi la mia amica Karla mi ha detto: “Devi assolutamente intervistare Sharoney! Non solo è intelligente, simpatica e bellissima, sa anche tutto quello che vuoi sapere sulle donne… incluso come affrontare quelle che si comportano in modo insensato.”

Lasciatemi essere sincero e un po’ schietto. Io amo le donne. Più del cibo, del buon vino e delle macchine veloci.
E se ho la possibilità di combinare tutte queste cose non posso che esserne felicissimo. Quindi, quando la mia amica Karla mi ha detto così, ho drizzato le orecchie…  

“Quindi è una maga?” Ho chiesto ridendo, “beh, se non dovesse riuscire ad aiutarti nel capire cosa vogliono le donne almeno imparerai perché certe cose sembrano non avere senso quando hai a che fare con le donne che ti piacciono.”

Karla e io siamo amici da 15 anni e lei sa che i miei standard in fatto di donne sono, citando le sue parole, “troppo alti”. Sa anche che sono un inguaribile romantico, uno che vuole sempre innamorarsi e che finisce sempre per sbagliare tutto con la donna che desidera di più.

Sharoney parla Inglese, ebriaco e Italiano e insegna tutti e tre, ma ho pensato che trascrivere le sue parole sarebbe stato più semplice da leggere per i miei lettori.  

Sharoney, vorrei iniziare dicendo che…  

Mi sono definitivamente reso conto di non essere in grado di capire la psicologia femminile.

Ho deciso di non fidarmi più di quel che le donne dicono ma di basarmi essenzialmente sui fatti. Non ho intenzione di sprecare il mio tempo cercando di indovinare i loro pensieri (cosa impossibile perfino se ti chiami Freud o Einstein), per poi rimanere deluso.

Il mio punto debole? Mi piacciono le belle donne, ma ho avuto modo di constatare quanto sia difficile averci a che fare, perché sono ad alto mantenimento sotto ogni punto di vista.

Con loro ci si sente sempre sotto esame.

Non è una critica ma una constatazione di fatto. Perciò d’ora in avanti continuerò a essere un gentleman e per il resto mi limiterò a osservare, consapevole che se non muovono un passo verso di me vuol dire che non gli piaccio abbastanza ed è bene lasciarle andare.

Sono stanco di tutte queste complicazioni.

Sharon

Dunque, da un punto di vista generale hai ragione: più le donne sono belle e affascinanti, più sono ad alto mantenimento.

Ma perché è così?

Per diversi motivi, in realtà.

Cominciamo col dire che fin dalla nascita sono state abituate ad avere a che fare con uomini che le hanno messe su un piedistallo, trattandole come principesse. Soldi, regali e ogni genere di comodità gli sono sempre stati concessi senza dover compiere il minimo sforzo: è davvero così difficile capire come mai siano tanto esigenti e magari un po’ viziate?

Ma c’è dell’altro.

Gli uomini, cioè coloro che le hanno indotte ad acquisire una tale mentalità e ad assumere atteggiamenti talvolta sbagliati, sono anche coloro che sono sempre disposti a passarci sopra.

Permettimi di farti una domanda.

Se tu fossi una di quelle donne e di fronte a te si presentasse l’ennesimo corteggiatore, non lo considereresti uno qualunque, uno dei tanti? E non ti chiederesti se ha qualcosa in più da darti, rispetto agli altri?

Non intendo generalizzare. È evidente che gli uomini, così come le belle donne, non siano tutti uguali. Tuttavia per quale motivo una principessa dovrebbe essere disposta a contraccambiare, quando riceve qualcosa, se c’è sempre qualcun altro pronto a fargliene dono e non aspettarti nulla in cambio?

Ok Sharon, ma non c’è nulla che si possa fare per cambiare questa realtà?

Sharon

Be’, innanzitutto bisogna smetterla di biasimare le belle donne per il modo in cui si comportano.

Inoltre è il caso di cominciare a ragionare in termini evolutivi per comprendere che stiamo parlando di un fatto biologico.

Nessuno penserebbe mai di ringiovanire nel corso dei prossimi dieci anni, perché non è così che funziona la vita, giusto? Dunque la prima cosa da fare, riguardo all’oggetto della nostra conversazione, è accettare la realtà per quella che è.

Questo renderà tutto più semplice.

Ora però voglio approfondire l’aspetto evolutivo.

Secondo quale criterio, geneticamente, la donna ha codificato il metodo di scelta del proprio uomo?

Fondamentalmente in base alla sua capacità di proteggere lei e la prole.

Le donne sono programmate per raccogliere indizi volti a determinare questa attitudine. 

Quando un uomo, ad esempio, non sembra curarsi di piacere o non piacere a una donna, lei percepisce questo come una manifestazione di forte autostima. È come se lui, in qualche modo, le stesse dicendo: “Posso avere qualunque altra, magari anche migliore di te, in qualsiasi momento”.

Ciò le comunica esattamente quel senso di sicurezza e protezione che stava cercando.

Stesso discorso se lui dimostra di non essere ossessionato da lei e dalla sua bellezza o di essere insensibile ai suoi sbalzi d’umore. 

Un altro elemento di forte attrazione per una donna è quando quest’ultima realizza di essere al secondo posto rispetto a una passione che per lui è più grande.

Se un uomo ama la pittura, uno sport o le automobili, lei deve sentire che ciò ha la priorità. Altrimenti, se questa passione scema, lei perderà interesse nei suoi confronti. Lentamente ma inesorabilmente.

Ma un errore che un uomo non dovrebbe mai commettere è quello di misurare ciò che dà e confrontarlo con quanto ottiene in cambio.

Se si è alla ricerca di questo tipo di rapporto, forse sarebbe meglio contattare una escort.

Crearsi un certo tipo di aspettative significa che si sta donando più di quanto realmente si voglia donare ed è lì che sta il vero problema.

Suona alquanto paradossale che una donna, essendo alla ricerca di sicurezza e stabilità in una relazione, allo stesso tempo abbia bisogno di percepire il proprio uomo come potenzialmente “instabile”.

Sharon

In effetti si tratta di un meccanismo un po’ complicato da spiegare.

Mentre una donna vuole essere certa che il suo uomo tornerà sempre all’ovile, è anche attratta dall’idea che domani lui possa non volerla più, perché questo la spingerà a comportarsi in modo appropriato.

Gli uomini hanno l’innata capacità di trasmettere queste sensazioni, ma per qualche strana ragione la maggior parte di loro preferisce seguire un’etichetta, con tutte le conseguenze che ne derivano.

Qual è la più importante secondo te?

Forse l’elemento di attrazione più importante dopo l’autostima è la tua passione personale: dovrà essere al primo posto nella tua vita, così lei potrà essere la passione n.2.

Perciò, ad esempio, se l’Arte è la tua passione personale, lei dovrà intendere che l’Arte viene sempre prima di lei, non così tanto da farla sentire come se lo stessi facendo malgrado lei o la stessi trascurando, ma solo perché si tratta della priorità principale della tua vita.

È un fattore molto più importante di quanto ci si renda conto. Nel momento in cui rinuncerai alla tua passione, la donna perderà interesse per te. Lentamente ma con certezza.

E come ultima cosa, so che sei autrice di due libri best seller, uno 7 e l’altro 8 volte, ma vedo che sono tradotti solo in inglese, è in programma anche una traduzione italiana?

“Mi piacerebbe tantissimo, sicuramente a breve verrà fatto…” dice.

La Mentore Sharoney può essere contattata su Instagram e sulla sua pagina Facebook.