Renato Fabbi investito e ucciso a Corsico: si è costituto il pirata della strada

Si tratta di un cittadino marocchino di 32 anni, regolare in Italia. L'uomo si è presentato in caserma dai Carabinieri a Corsico

250

Si è costituto il pirata della strada che, alla guida di una Bmw, ha travolto una Fiat 600 provocando la morte di Renato Fabbi, 60 anni e il ferimento della moglie di 59 anni a Corsico (Milano). Si tratta di un cittadino marocchino di 32 anni, regolare in Italia. L’uomo si è presentato in caserma dai Carabinieri a Corsico. Il trentenne ha riferito di non essersi fermato a prestare soccorso in quanto senza patente.

L’auto pirata ha ignorato lo stop e a forte velocità ha centrato un’altra vettura. A bordo c’era una coppia di coniugi che era stata a casa del figlio per festeggiare il compleanno del nipotino. Per il sessantenne, soccorso con la consorte grazie alla telefonata di alcuni residenti della zona, non c’è stato nulla da fare.