Corsico. Pirata della strada travolge coppia: morto Renato Fabbi

286

Drammatico incidente a Corsico, nel Milanese. Renato Fabbi, 60 anni, è morto e la moglie di 59 anni è rimasta ferita dopo che l’automobile su cui viaggiavano è stata travolta da un altro veicolo arrivato ad alta velocità dopo avere ignorato uno stop. Il pirata della strada è poi fuggito senza prestare soccorso.

In base a quanto riferito dai Carabinieri di Corsico la Bmw al momento non meglio identificata, proveniente da via Vittorio Veneto, ha attraversato l’incrocio ad alta velocità e ignorando la segnaletica, impattando contro la Fiat 600 dei due coniugi. Alcuni residenti della zona hanno sentito il rumore dello schianto e chiamato i soccorsi. Per Renato Fabbi non c’è stato niente da fare. Trasportato in gravi condizioni all’Humanitas di Rozzano, è spirato poco dopo. La donna è stata portata al Niguarda, dove resta ricoverata in condizioni serie, ma non in pericolo di vita.

Nella zona dove è avvenuto lo schianto non sono presenti immagini di impianti di videosorveglianza. L’auto pirata è stata però descritta da alcuni testimoni e i Carabinieri sono già sulle tracce del presunto responsabile e di un’altra persona che sarebbe stata in auto con lui.

“Mi avete rovinato la vita, ma state tranquilli che vi troverò”. Lo ha scritto il figlio della coppia, pubblicando la foto dell’auto ridotta in lamiere in un gruppo Facebook. “Ha preso in pieno l’auto dei miei genitori a una velocità folle – si legge nel messaggio – senza rispettare le segnaletiche, uccidendo il mio papà. Mia mamma è in gravi condizioni, ma la cosa ancora più disumana è che è scappato via insieme al suo amico abbandonando la sua auto lì senza chiamare soccorsi”. Il giovane scrive inoltre di essere a conoscenza di altri particolari circa l’identità del presunto responsabile, ma le indagini sono ancora in corso.