Milano. Palazzo Marino: IRPEF, soglia di esenzione da 21 a 23 mila euro

256

Con una manovra che potrebbe raggiungere un valore di oltre 10 milioni di euro, la Giunta comunale ha deciso di innalzare la soglia di esenzione dall’addizionale IRPEF da 21 mila a 23 mila euro di reddito annuo imponibile, allargando così la platea di cittadini che saranno dispensati dal pagamento dell’imposta. La decisione varata dall’Amministrazione comunale, e valida per il 2020, si rivolge a circa 50 mila cittadini e si prefigge l’obiettivo di contrastare il generale abbassamento dei redditi delle famiglie e la conseguente perdita di potere d’acquisto, dovuti anche alle conseguenze economiche seguite all’emergenza Covid-19.

In questo modo, si compiono gli sforzi di intervento fissati già in campagna elettorale. La copertura delle minori entrate, stimate per oltre 10 milioni di euro, è possibile per i risparmi di spesa conseguiti dall’Amministrazione già nel preventivo pre-Covid. Resta invariata l’aliquota unica allo 0,8%.