La magia può essere bianca o nera, scopriamolo!

817

Quando si parla di magia, spesso si fa ingresso in un mondo misterioso per la maggior parte delle persone. Un mondo occulto, fatto di segreti, di tradizioni, oscurità e che fa anche un po’ paura. 

Tuttavia anche colui che fra noi meno ha sentito parlare di magia conosce le basilari differenze fra la magia nera e quella bianca. 

Ne abbiamo sentito parlare in tv, nei libri, nelle serie, nei film: la magia nera è subito ricondotta a qualcosa di malvagio, di demoniaco, crudele; quella bianca, invece, richiama l’uso buono della magia per finalità benefiche. 

Per chi crede nella magia, esistono diversi tipi di rituali magici, 3 in particolare: ma magia nera, quella rossa, quella bianca, ed ovviamente diversi Esperti in magia nera

Ma quali sono le differenze fra queste tre tipologie di magia? Esiste davvero una magia cattiva ed una buona? Cerchiamo di fare chiarezza sul punto (approfondisci l’argomento sulla magia nera a cosa serve). 

Ma premettiamo che con la magia non si dovrebbe mai scherzare, che è bene cercare di tenersi alla larga da questo mondo e di non rivolgersi alle persone che sostengono di poter effettuare rituali magici, siano essi di magia nera, bianca o rossa. Infatti questo mondo è complicato ed insidioso e non bisognerebbe mai provare a cercare di manipolare le forze della natura o di controllarle, né per scopi benefici né malefici. 

Differenza fra tipi di magia

Esistono tre tipi di magia: quella bianca, quella rossa, quella nera. Tutte e tre manipolano le forze della natura per finalità però diverse fra di loro. Scopriamo quali sono e le loro caratteristiche.

  1. La magia nera. Se ne sente tanto parlare, e il colore già richiama qualcosa di oscuro e pericoloso. In effetti la magia nera è la magia più pericolosa in assoluto, quella che cerca di manipolare e di usare le forze della natura e del cosmo per finalità distruttive, malefiche, crudeli. Lo scopo della magia nera, è quello di danneggiare, distruggere. Fanno parte della magia nera le fatture di morte, i malocchi, i riti e le maledizioni create per portare morte, sventura, rovina e malattia su una persona, per sentimenti negativi, come invidia o voglia di vendetta.
    Fanno parte della magia nera anche invocazioni, legature malefiche, malocchi e fatture, malefici e riti modo.
    La magia nera è universalmente riconosciuta come qualcosa di malvagio, il cui unico fine è quello di dominare le forze della natura per poter fare del male agli altri. 
  2. La magia bianca. La magia bianca è la c.d. magia buona, che si basa su incantesimi e rituali che, per chi crede, servono per protezione; per allontanare elementi negativi, per aiutare e guarire. Se si è vittime di qualcosa di negativo, all’interno dell’immaginario popolare, si ricorre alla magia bianca come uno strumento per difendersi e per proteggersi, allontanando da sè maledizioni e sventura. I riti della magia bianca, per chi ci crede, sono purificatori ed eliminano il male. 
  3. La magia rossa. Poi c’è la magia rossa che è quella dell’amore e della passione, della quale fanno parte ad esempio il legamento d’amore.