Serie BKT 37esima giornata tredicesimo risultato utile del Crotone contro il Frosinone poco incisivo per avere la meglio sui pitagorici

198

giovanni stroppa

Crotone    1

Frosinone 0

Marcatori: Gomelt 80°

Crotone (3-5-2): Festa, Cuomo, Marrone, Gigliotti (Golemic), Gerbo (Mustacchio), Crociata ( Benali), Gomelt, Zanellato (Barberis), Molina, Messias, Simy. All. Stroppa

Frosinone (3-4-3): Bardi, Brighenti, Ariaudo, Krajnc, Salvi, Gori, Haas, Maiello, Paganini, Ciano (Dionisi), Novakovich, (Ardemagni). All. Nesta

Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo

Assistenti: Scarpa – Schirru

Quarto giudice a bordo campo: Giampiero Miele di Nola

Ammoniti: Ciano, Gigliotti, Cuomo, Benali, Molina,

Angoli: 6 a 3 per il Crotone

Recupero:1 e 6 minuti

Il Crotone dei record, con la mente già rivolta al prossimo campionato di serie A, ha inanellato il tredicesimo risultato utile consecutivo contro i Ciociri del presidente Stirpe.Tensione e volontà di successo come già evidenziati negli incontri precedenti da parte dei pitagorici, sono state le coordinate disegnate dagli uomini del tenico Stroppa contro il Frosinone, di mister Nesta, per uscire dal terreno dello Scida con un altro risultato positivo. Ottime triangolazioni nella parte mediana del campo con Gomelt, Crociata, Zanellato, finché in campo, e poi con Barberis e Benali. Difesa senza alcuna sbavatura nei disimpegni e precisa nell’appoggiare il pallone al compagno smarcato per riproporre le giocate offensive. Il reparto più avanzato merita una nota aggiuntiva per ciò che sta facendo nell’intero campionato. Protagonista in assoluto, per le tante rete realizzati, mister 20 gol stagionali: Simy. A proposito del nigeriano non aggiungiamo altro, la sua qualità realizzatrice sta rappresentando l’infelicità di tanti portieri avversari e lo è stato anche per Bardi. Il risultato di stasera, e l’avvento dei pitagorici nella massima serie, delude ancora di più il presidente Stirpe. In precedenza il patron del Frosinone ha sempre sostenuto l’invalidità del Crotone in serie A come seconda classificata in caso di stop definitivo del campionato a causa del Covid-19. Il Crotone i campionati l’ha vinto sempre sul campo ed in anticipo rispetto al termine della stagione. Il presidente Stirpe ed il suo Frosinone adesso si preoccupino di rimanere nei play-off dopo il risultato finale dello Scida.

Reduce dalla sconfitta interna contro il Benevento, mister Nesta ha inteso cambiare formazione ed ha inserito Ariaudo al posto di Szyminsky, Maiello per Beghetto, Paganini in sostituzione di Dionisi.  

Quattro le novità tra le fila del Crotone rispetto al succeso esterno di Livorno. Dopo una lunga assenza mister Stroppa ha richiamato Gigliotti in difesa al posto di Golemic, Gomelt per Barberis, Crociata in sostituzione di Jankovic, e come già anticipato fin dalla vigilia, il debutto stagionale di Festa tra i pali.

Inizio delle ostilità da parte del Frosinone con giocate al rallentatore  che sono un ghiotto invito per i pitagorici che si impossessano della metà campo. Crociata, Gomelt, Zanellato sempre in anticipo sugli avversari. Gerbo e Molina cursori instancabili lungo le fasce. Frosinone

poco propositivo con Maiello e Ciano. Al minuto quindici annullato il gol a Molina per un inesistente fallo di Simy sul portiere Bardi. Si attende la reazione degli ospiti ma rimangono sempre nella propria metà campo bloccati dalla spinta offensiva del Crotone. Minuto trentaquattro Bardi respinge in angolo il tiro ravvicinato di Simy. Tentanovesimo minuto Molina da fuori area manda il pallone a sfiorare l’incrocio dei pali  alla destrabdel portiere. L’unica azione offensiva degna di nota da parte del Frosinone ardiva al quarantacinquesimo minuto con Haas dal centro dell’area ma trova pronto Cuomo a sventae la minaccia. L’attaccante Novakovich assente insieme a Ciano in fase di conclusione. Frosinone primo tempo inidoneo per una migliore  classifica play-off. Evidente la strategia del Frosinone di portarsi a casa il pareggio giocando sempre al rallentatore. Crotone con Mustacchio, Barberis, Golemic in campo ad inizio ripresa per una maggiore spinta offensiva. Con il passare dei minuti anche i pitagorici si lasciano coinvolgere nel gioco poco appariscente e ne soffre lo spettacolo. L’ingresso di Benali al posto di Crociata un’altra sostituzione per cercare il vantaggio. Missione riuscita al minuto ottanta con Gomelt che fulmina Bardi con un tiro da fuori area.

Frosinone lontano dallo spessore di squadra capace di lottare per la massima serie.