Dal 9 maggio parte l’attività di ristorazione per asporto a Torino: ecco il modello di comunicazione

300

Da sabato 9 maggio, dalle ore 6 alle ore 21, a Torino sarà nuovamente consentito il take away. La data di ripartenza della ristorazione per asporto è stata stabilita dal Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 49 del 30/04/2020: ‘Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica’.

Bar, pub, ristoranti, pizzerie, oltre a pastifici, gastronomie, rosticcerie, pizze al taglio, friggitorie, kebab, pasticcerie, gelaterie ed esercizi per i quali è prevista la consegna al cliente direttamente dal veicolo, potranno attivare il servizio di asporto inviando una semplice comunicazione al Comune (all’indirizzo mail [email protected]), che ha predisposto un apposito modulo reperibile al seguente indirizzo web (www.comune.torino.it/nh/pdf/moduloperasporto.pdf ), che dovrà essere conservato nell’esercizio.

I titolari di tali attività dovranno rispettare le disposizioni del DPCM 26 aprile 2020 (divieto di consumare prodotti all’interno dei locali e di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi) oltre alle seguenti ulteriori indicazioni:in attesa dell’ingresso, la distanza minima in coda dovrà essere di 2 metri; il ritiro dei prodotti precedentemente ordinati dovrà avvenire in base ad appuntamenti dilazionati nel tempo (per evitare assembramenti all’esterno) e nel locale sarà consentita la presenza di un solo cliente alla volta che dovrà fermarsi per il tempo strettamente necessario alla consegna (naturalmente sempre rispettando le misure di cui all’allegato 5 del DPCM del 26 aprile 2020). Sia i clienti, sia il personale di servizio dovranno indossare sempre la mascherina e mantenere una distanza minima di due metri.