Roma. Procedure semplificate per l’accesso al carburante agricolo

380

A seguito dell’emergenza COVID-19, la Direzione Agricoltura ha adottato una procedura semplificata per l’assegnazione del gasolio agricolo fino al 30 aprile. Nello specifico, l’atto prevede che i Comuni capofila potranno, su istanza redatta sul modello “richiesta assegnazione per l’anno 2020”, procedere all’erogazione a titolo di anticipo di un quantitativo massimo del 50%, calcolato sulla base di quello assegnato l’anno precedente, senza procedere all’ istruttoria. In particolare, ai funzionari comunali non vengono più richiesti i seguenti adempimenti: a) verifica della dichiarazione relativa a come è stato utilizzato il carburante assegnato nell’anno precedente e le eventuali giacenze da decurtare dalla nuova assegnazione; b) inserimento nella scheda della ditta delle coltivazioni dichiarate e controllo di congruenza rispetto ai terreni e alle macchine a disposizione della ditta richiedente. c) calcolo, tramite il sistema, del totale spettante per ogni coltura e conseguente creazione del libretto di assegnazione. È inoltre previsto che: – l’istanza, redatta sul fac-simile del modello presente sul sito istituzionale (percorso Agricoltura/Servizi all’imprese/UMA Utenti Motori Agricoli/Richiesta carburanti) sia intestata e sottoscritta dal richiedente negli appositi spazi, senza dover procedere alla compilazione dei pertinenti allegati indicati alle lettere da A a Q, e trasmessa a mezzo PEC al Comune capofila; – i Comuni capofila adottino tutti gli accorgimenti necessari per garantire il rispetto delle norme conseguenti alla consegna del libretto in originale ai soggetti richiedenti. Tutti i dettagli sono sul sito regionale sezione Agricoltura: http://www.regione.lazio.it/rl_agricoltura/.