Milano. Dieci panchine arcobaleno decorano altrettanti quartieri

195

Ben 10 panchine arcobaleno decoreranno altrettanti quartieri di Milano per dire basta all’omotransfobia. È il progetto del Municipio 8 che, dal 15 marzo al 17 maggio, lavorerà accanto al Coordinamento Arcobaleno per regalare alla zona Nord-Ovest della città dieci simboli di riscatto contro le discriminazioni e le violenze nei confronti della comunità Lgbt. “Partiremo da CityLife, QT8, Lampugnano, fino ad arrivare a Trenno, Villapizzone e Quarto Oggiaro”, racconta Giulia Pelucchi vice presidente del Municipio 8. Un’idea nata sulla falsariga delle panchine rosse, contro la violenza sulle donne. “Abbiamo notato che a Milano mancavano quasi del tutto le panchine arcobaleno – aggiunge Pelucchi -, così abbiamo pensato di rimediare dipingendone un numero consistente, per ricordare ai cittadini le vittime di violenza verbale e fisica soltanto per il loro genere e orientamento sessuale”. Per realizzare questo progetto il Municipio 8 ha messo a disposizione mille euro, che serviranno per comprare le vernici multicolore. “Avremmo potuto acquistare gli arredi già colorati, ma ci saremmo privati del momento di socialità – racconta la vicepresidente – L’intento, infatti, è quello di dipingere di domenica insieme ai cittadini e ai volontari delle associazioni Lgbt”. I lavori termineranno il 17 maggio con la decorazione dell’ultima panchina in piazza Damiano Chiesa, situata vicino all’Istituto Severi-Correnti.