Terrasini. Paolo La Rosa ucciso a coltellate: fermato Alberto Mulè

412

Terrasini è sotto choc. Un ragazzo giovanissimo ucciso con sette coltellate dal cugino del fidanzato della sorella. Paolo La Rosa, 21 anni, figlio del titolare della pizzeria Grace di Terrasini, è morto mentre veniva trasportato in ospedale a Partinico. Per l’omicidio è stato fermato in serata Alberto Mulè, cugino del fidanzato della sorella minore della vittima. Il delitto è avvenuto davanti alla discoteca Millenium, in piazzetta Titi Consiglio. I Carabinieri hanno ricostruito in poche ore il delitto e subito hanno iniziato le ricerche di Alberto Mulè, ritenuto il sospettato numero uno dalle testimonianze e dalle immagini dei militari. Il presunto assassino è stato catturato. Tutto sarebbe successo per futili motivi. La rissa sarebbe iniziata nella notte a qualche decina di metri dalla discoteca che era già chiusa dalle 3, dicono i gestori. Paolo La Rosa sarebbe stato ucciso al culmine della discussione con i due cugini. Una lite scatenata dal tentativo di comporre un dissidio con alcuni buttafuori che aveva impaurito la sorella della vittima. Il sindaco di Terrasini Giosuè Maniaci dice. “Davanti al Millenium ci sono le telecamere comunali. I vigili hanno già iniziato a collaborare con i carabinieri nelle indagini”. “Io mi sento completamente affranto” aggiunge. “Come padre, come cittadino, come rappresentante delle istituzioni. Non si può interrompere così violentemente la vita di un ragazzo, che avrebbe potuto essere figlio di ciascuno di noi, per motivi così futili. Chiedo alle autorità competenti di intervenire nel modo più deciso e tempestivo possibile per assicurare alla giustizia i responsabili e ho assicurato fin da subito la nostra collaborazione e il nostro sostegno alle forze dell’ordine. E chiedo fin da subito alle comunità di Terrasini e Cinisi di stringersi calorosamente attorno al dolore della famiglia La Rosa. Ciao Paolo, il tuo sorriso sarà sempre con noi”.