Tutti i tipi di rivestimenti per il bagno

530

Voglia di rinnovare il bagno? È il momento di cambiare casa, e quindi nuova casa, nuovo bagno? In entrambi i casi, ci sono dei lavori importanti da fare e la prima cosa da capire è qual è lo stile più indicato, che va ovviamente trovato rispettando le condizioni di un ambiente come il bagno: un locale della casa che ha un grande tasso di umidità, e che quindi richiede l’uso di materiali molto resistenti e impermeabili. Porosità e impermeabilità sono le due parole chiave, perché senza di loro le piastrelle a contatto con l’acqua e le sostanze detergenti normalmente usate per la pulizia rimarrebbero deteriorate e danneggiate nelle superfici. Vediamo, quindi, di seguito quali sono i materiali più indicati per il bagno.

Piastrelle in ceramica

La ceramica è un materiale 100% non assorbente, e quindi perfetto in un contesto, come quello del bagno, dove regna incontrastata l’umidità. Le piastrelle di ceramica hanno una lunga durata, e sono un prodotto molto elegante con ampia varietà di stili e colori, da tonalità più naturali, a quelle più accese fino alle sempre apprezzate versioni pastello. E poi le piastrelle possono avere trame geometriche, che ben si adattano a quasi ogni stile e trasformano il bagno in un ambiente unico nel suo genere.

Gres porcellanato

Tra le idee migliori di rivestimento per il bagno c’è anche il gres porcellanato, materiale recente ma di successo e continuamente migliorato dalle più avanzate aziende del settore. Il gres porcellanato unisce insieme la resistenza e l’impermeabilità, entrambe ottime per sopportare l’umidità di questo ambiente. A livello stilistico, poi, il gres porcellanato non frena la fantasia, ed è contraddistinto da colori, disegni e trame di ogni genere, riuscendo anche a riprodurre gli effetti estetici di altri materiali come il marmo, il legno e la pietra naturale. Quindi si presenta come un materiale estremamente versatile.

Pietra Naturale

La pietra naturale è un materiale molto nobile e antico, ed è anch’essa nella lista dei migliori materiali per rivestire la superficie del bagno. La pietra naturale dà luogo ad uno spazio molto gradevole e speciale, unico nel suo genere, soprattutto perché la pietra tagliata nelle cave ha sempre delle forme e dimensioni diverse, appunto irripetibili. Una delle pietre maggiormente diffuse è l’ardesia per via delle sue venature molto particolari, ma sono molto apprezzati anche il granito in tutte le sue varianti e ovviamente il marmo.

Pietra Ricostruita

Rispetto alla pietra naturale, quella ricostruita è più economica, ed è lavorata prima della posa per conferirgli sempre una dimensione omogenea (a differenza della pietra naturale che, come si è visto, ha sempre forme irregolari e uniche). È perfetto per chi cerca un bagno con un rivestimento regolare, per avere anche degli interessanti effetti ottici.

Legno

Il legno è un materiale caldo, naturale, in grado di rendere l’ambiente del bagno più elegante, rilassante, a effetto SPA. Il legno deve essere adattato alle condizioni di forte umidità del bagno con degli opportuni trattamenti prima della posa. I legni più indicati per il rivestimento del bagno sono quelli tropicali, quindi Teak, Doussiè, Iroko, Merbau, naturalmente più predisposti a resistere all’umidità.

Mattoni a vista

Chi cerca un bagno in stile più industriale può trovare la soluzione più indicata nei mattoni a vista: sono perfetti in un loft o in un bagno piccolo, dove il mattone vivo acquista più fascino e consente di fare un tuffo nel passato. Bisogna però avere una certa cura del materiale: infatti se non è trattato, il mattone è soggetto a muffa e accumulo di umidità: ecco perché una ventilazione adeguata del bagno è assolutamente fondamentale.