Emergenza Coronavirus in Veneto: gli infetti sono due cittadini di Vo’ Euganeo

277

E’ emergenza Coronavirus anche in Veneto. I due pazienti risultati positivi al Coronavirus Covid-19 sono stati trasferiti dall’ospedale di Schiavonia e ricoverati in quello di Padova. Lo ha comunicato il Governatore Luca Zaia aggiungendo che “queste due persone hanno avuto contatti in loco, non sono andate in Cina, non sono il classico caso sospetto. Lavoriamo anche sul fronte dell’eventuale necessità di una struttura dedicata a eventuali contagiati, perché non sappiamo qual è l’entità del contagio”. Il Presidente ha anche sottolineato che “per noi le analisi sono positive, stiamo aspettando la conferma dallo Spallanzani, ho parlato più volte con Borrelli. Gli infetti sono due cittadini di Vo’ Euganeo, uno del ’42 e uno del ’53, uno in condizioni critiche in terapia intensiva e ha sviluppato una malattia importante alle vie aeree ed era curato per una normale influenza”. Il Governatore Zaia ha fatto sapere di avere parlato con il sindaco di Vo’ Euganeo per adottare tutte le misure. “Chiusura delle scuole, degli esercizi commerciali, cercando di ricostruire tutte le attività sociali e i contatti che queste persone hanno avuto per capire qual è il livello di cordone sanitario da mettere in atto. Non bisogna diffondere il panico – ha aggiunto – ma prima regola è l’isolamento”. Il presidente del Veneto ha infine concluso affermando che “siamo molto preoccupati perché questo è un virus maledetto, è problematico e sorprende ora dopo ora. Le raccomandazioni sono sempre quelle: lavarsi le mani frequentemente, mi sento di dire anche di evitare luoghi affollati dove non c’è ricambio d’aria, perché il virus viene veicolato dal vapore acqueo e da piccole gocce di saliva. Quindi bisogna mantenere le distanze vitali di almeno un metro durante le discussioni con le persone”.