I grillini sfilano senatori a Renzi: la mossa di Conte per rimanere al Governo

224

Ci sarà un Conte ter con l’uscita di Renzi dalla maggioranza e l’ingresso di una pattuglia di responsabili? Al momento non sarà questa la strada da percorrere. Il premier Giuseppe Conte è salito al Quirinale e ha parlato a lungo della situazione di tensione nella maggioranza e nel governo. I parlamentari di Renzi hanno votato più volte con l’opposizione, ministri di Italia viva hanno disertato la riunione del Consiglio. Conte è sicuro che i voti al Senato per non far cadere il governo ci sono senza i “responsabili”. L’ingresso di questi ultimi, in accordo con il Pd, si vuole evitare. I voti ci sono e verrebbero da Italia viva, con almeno cinque senatori delusi dalla politica del loro leader che sarebbero pronti ad uscire. Gli uomini di Zingaretti sono convinti che sulla prescrizione l’assalto di Renzi sia solo strumentale, che l’unico suo scopo sia il logoramento di Conte e del Pd. Conte con il capo dello Stato si è detto deciso ad andare dritto con l’azione di governo, si vedrà in Parlamento se davvero Italia viva è compatta o non rischia di perdere pezzi di fronte all’ipotesi di una crisi e di urne anticipate. Il Pd sale nei sondaggi e Iv sta scendendo al 3%. Quindi – è il ragionamento dei grillodem – ormai non ha più nulla da perdere e cerca solo di attaccare Conte e il Pd anche per avere visibilità.