A San Valentino il sesso a pagamento per festeggiare in coppia

732

Lo diceva Renato Zero, che il Triangolo non lo aveva considerato, ma che lo rifarebbe volentieri, come molte coppie italiane che a San Valentino decidono di “ingaggiare” una professionista del sesso per farsi un regalo. Una tendenza in crescita, che investe anche i single che nel giorno degli innamorati decidono di donarsi un’esperienza da fidanzati con tutti i benefit del caso, giusto per non ritrovarsi a festeggiare la loro reale ricorrenza: San Faustino, festa dei single appunto. Le coppie vanno dai 30 fino ad arrivare ai 50 anni, età solitamente investita da una seconda giovinezza e che detiene il primato di ricerche di questa trasgressione. Sono da sfatare i luoghi comuni per cui uomini e donne provino un calo del desiderio con l’avanzare dell’età. Dopo i 45, e soprattutto i 50, si tende a vivere una seconda giovinezza dal punto di vista sessuale. Gli uomini diventano più disinibiti, propendono alla trasgressione, poiché raggiungono una certa maturità oltre a subire un cambiamento biologico. Nella classifica delle città con la maggioranza degli utenti del sito over 45 stilata da Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa, troviamo ai primi posti rispettivamente: Milano, Roma e Bologna, mentre Torino al quarto, seguito da Napoli, Firenze e Venezia. Da quanto raccontano invece direttamente le escort, il missionario è la posizione preferita da questa fascia di età e le coppie vanno per la maggiore. Compaiono in classifica, tra le più richieste delle coppie, anche posizioni meno usuali, come quella del 69 e della penetrazione anale, tra le maggiori richieste nel sesso a pagamento, con le carezze e i toccamenti nelle parti intime. I preliminari diventano un punto fondamentale nell’esperienza sessuale. Secondo un recente studio, infatti, molte coppie over 45, stanno vivendo il sesso più avventuroso della loro vita, con il 62% degli intervistati che afferma di essere diventato, tra le lenzuola addirittura più audace. Un motivo che favorirebbe la sfera sessuale sarebbe anche il maggior tempo che si ha a disposizione e in media ogni rapporto durerebbe in media circa venticinque minuti. Nella maggior parte dei casi le sex workers che ricevono coppie sono contattate dalle donne per gli appuntamenti. All’inizio le stesse vogliono solo il piacere del compagno, poi si lasciano andare a fantasie varie. Lo racconta Giulia, escort di Torino specializzata nell’intrattenimento a tre: “Le donne sanno come sorprenderti sempre. Con le coppie, spesso il maschio si mette subito da parte, sta a guardare la sua donna che si fa toccare e gode. Le donne spesso mi chiamano per prendere appuntamento vogliono soddisfare anche il loro desiderio di vedere il proprio uomo che gode con un’altra donna, ma senza un coinvolgimento emotivo”. Non mancano poi i single che a San Valentino non vanno alla ricerca dei soli incontri erotici, ma assumono le accompagnatrici per passare una serata in stile “Luna di Miele”: rose rosse, cena, hotel di lusso e la escort preferita scelta magari attraverso le recensioni che confermano la professionalità e il profilo adatta ad una serata da sogno. Nel 2003 Bauman parlava di “Amore Liquido”: una condizione umana che lacera l’individuo tra la voglia di provare nuove emozioni e il bisogno di un amore autentico. Due concetti chiave che descrivono le due categorie di amanti del sesso a pagamento che pur di non passare il solito San Valentino, con il peso dettato dalle aspettative dei film romantici, si concedono un investimento…a fondo perduto.