Investire in una strategia digitale solida e mirata per fare la differenza: 7 consigli utili

Mentre entriamo in un nuovo decennio, molti imprenditori prendono in considerazione diversi tipi di strategie per spingere il loro sito web sui motori di ricerca. Investire in una strategia digitale solida e mirata può spesso significare la differenza tra successo e fallimento per le imprese. Ne abbiamo parlato con Giulio Stella consulente digital advertising e posizionamento seo, il quale ha deciso di mettere insieme 7 consigli SEO da dare alle aziende per ben cominciare questo 2020. Riportiamo di seguito i consigli dell’esperto.

Sette consigli SEO per il 2020

“1 –Il primo consiglio che mi sento di dare è quello di trasformare la SEO in una strategia a lungo termine. Non è un segreto che la SEO funzioni nel modo più efficace e sostenibile se implementata come strategia a lungo termine. I risultati lato SEO possono richiedere mesi per arrivare. La strategia digitale dovrebbe includere azioni come digital PR, ppc, facebook ads, Adwords, e certo poi dipende dal settore.

# 2 – Assicurarsi che i tag siano impostati correttamente. I tag di marketing consentono alle aziende di raccogliere informazioni sugli utenti del sito Web, come la parte demografica e di comportamento – dati che possono essere utilizzati per poi prendere decisioni sulle azioni di marketing da svolgere. Sapere da dove proviene il tuo traffico ti consente di personalizzare la tua strategia di contenuti per attirare più visitatori sul sito, mentre capire come si comportano gli utenti una volta sulle tue pagine può aiutarci a identificare i punti di forza e di debolezza di un sito.

# 3 – Unire dati online e offline. L’analisi del database di Customer Relationship Management (CRM) offre un quadro più ampio dell’intero percorso del cliente, consentendoti di creare una strategia di ricerca che comprende l’intero funnel di vendita. Invece di guardare la canalizzazione in modo modulare, rendere un’obiettivo nel 2020 sposare dati online e offline per fornire una visione più olistica del percorso del cliente. Ciò consente di effettuare previsioni più precise sul comportamento dei clienti.

# 4 – Usare i dati per migliorare la strategia. I dati forniti dal mettere insieme dati online e offline offrono una visione più ampia del cliente e del suo percorso di acquisto, e questi dovrebbero essere usati per prendere in considerazione le strategie SEO, migliorare l’esperienza del cliente e migliorare i risultati. I dati in prima persona, spesso considerati i dati più preziosi e accurati, sono tutti i dati che un’azienda ha raccolto direttamente dal proprio pubblico, sia che si tratti di analisi web, abbonamenti a newsletter, download di app, sondaggi sulla soddisfazione o account dei clienti. Usare questi dati per capire esattamente chi sono i clienti e quali contenuti li porteranno ad acquistare da te rispetto alla concorrenza è sicuramente un aspetto fondamentale.

# 5 – Non trascurare la ricerca vocale. Con Alexa e Google Home, non c’è dubbio che la popolarità della tecnologia vocale stia crescendo. Con il lancio di BERT, il più recente algoritmo di Google, i risultati vocali stanno senza dubbio diventando più precisi e affidabili, il che probabilmente porterà le persone ad ampliare l’ambito e la complessità delle query che attualmente utilizzano con la tecnologia. Un buon punto di partenza se stai cercando di aumentare la tua visibilità vocale sui dispositivi basati su Assistente Google è quello di ottimizzare i tuoi contenuti per ottenere più “snippet in primo piano” (risposte mostrate da Google nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca). I tuoi contenuti devono fornire le migliori risposte alle domande che il tuo target di riferimento si pone tramite la ricerca.

# 6 – Ottimizzare per le ricerche locali. Mentre siamo concentrati sull’essere il numero uno a livello nazionale, trascurare la strategia di ricerca locale come una piccola impresa potrebbe essere dannoso per il posizionamento sui motori di ricerca. Pertinenza, Distanza e Rilevanza sono fattori significativi nelle classifiche di ricerca locali, quindi lavora sodo per migliorare le schede di Google My Business e assicurati di essere presente nelle più importanti direttori locali. La visibilità della ricerca locale è particolarmente importante nelle query vocali, in cui un potenziale cliente potrebbe chiedere a Google il miglior tipo di azienda in una determinata area. In tali scenari, Google rileverà le aziende che hanno le migliori recensioni su Google my business.

# 7 – Migliorare l’esperienza dell’utente e avere un sito web di facile utilizzo è un aspetto chiave della SEO. I motori di ricerca vogliono indirizzare gli utenti a risultati pertinenti su siti Web di alta qualità che rispondono alle loro domande e forniscono una buona esperienza utente (UX). La creazione di una buona esperienza utente (UX) comporta il test degli utenti e l’esecuzione di miglioramenti UX per fornire un’esperienza migliore al cliente. Ciò potrebbe includere l’ottimizzazione del contenuto in modo che gli utenti arrivino alla pagina più pertinente per la loro query, migliorando i tempi di caricamento o implementando una struttura del sito di facile navigazione in modo che i clienti possano trovare facilmente le pagine che desiderano. Con gli algoritmi dei motori di ricerca in costante sviluppo, l’impegno più importante che puoi prendere per la tua piccola impresa nel 2020 è investire il tempo e le risorse appropriati in una strategia SEO sostenibile che resisterà alla prova del tempo e ti aiuterà a raggiungere i tuoi obiettivi”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin