I ventilatori industriali nel campo HVAC

494

I ventilatori industriali trovano da tempo larga applicazione nel settore industriale e il loro compito consiste nel rinnovare l’aria, quindi nel rimuovere polvere, particelle sottili, esalazioni nocive ecc. Tutto ciò per rendere gli ambienti più salubri e migliorare le condizioni di lavoro.

Un buon ventilatore industriale offre tanti vantaggi in termini di efficienza produttiva. Tuttavia, la scelta del nuovo modello richiede la dovuta ponderazione, per evitare di acquistare una macchina nei fatti incompatibile con le reali esigenze.

Ventilatori industriali: linee generali

Un ventilatore di tipo industriale è in grado di muovere l’aria o altro genere di fluido come ad esempio il gas. Il dispositivo, più nello specifico trasferisce al fluido comprimibile l’energia meccanica.

Largamente diffusi nel settore industriale, questi ventilatori riescono a rimuovere in maniera efficace fumo, vapore acqueo, odori ecc. I modelli di dimensioni piccole e compatti, conosciuti in gergo con il nome di ventole, possono anche essere utilizzati per raffreddare i dispositivi elettronici.

I ventilatori industriali vengono distinti in due grandi categorie, ovvero centrifughi e assiali. Entrambi i modelli offrono robustezza e durevolezza nel tempo ma vantano un sistema di funzionamento assai diverso che si riflette sulle prestazioni.

I ventilatori centrifughi, come del resto suggerisce lo stesso nome, sfruttano l’effetto centrifugo. Le pale della ventola si muovono in maniera da aumentare il valore dell’energia potenziale e ciò genera maggiore potenza rispetto a quella offerta dai ventilatori assiali.

Quando si usa un ventilatore centrifugo è facile notare come l’aria entri mantenendosi parallela all’asse di rotazione del ventilatore, per poi essere convogliata all’esterno in direzione radiale, ovvero a 90°.

Ventilatori industriali: aspetti da considerare in fase di installazione

I ventilatori industriali, specie quelli che sfruttano la forza centrifuga, sono pacificamente apprezzati per via delle prestazioni che offrono, in quanto riescono a trattare l’aria degli ambienti di lavoro anche in condizioni piuttosto critiche.

Tuttavia l’istallazione, specie dei ventilatori centrifughi, richiede alcune accortezze che possono generare alcuni disagi non solo in termini di spazio. La prima cosa da considerare è la corretta posizione della cassa a forma di chiocciola che ricopre i ventilatori centrifughi.

In linea generale la copertura esterna può essere posizionata dove si preferisce ma è fondamentale, per garantire il corretto funzionamento del ventilatore, che la bocca d’uscita venga mantenuta in direzione perpendicolare a quella d’ingresso.

Diversamente il ventilatore non riuscirebbe a generare pressione all’interno dell’impianto e a spostare il gas ad un diametro decisamente più elevato rispetto a quello registrato al momento dell’ingresso.

Tutto questo si riflette inevitabilmente nel sistema di tubature che dovrà essere molto più articolato rispetto a quanto prevedono i ventilatori assiali. Un modello centrifugo infatti necessità di una doppia tubatura, che non può essere installata in linea.

Questo problema si può facilmente superare aggiungendo nel circuito delle tubature opportuni raccordi, ovvero installando un doppio foro in prossimità della mandata, con forma tonda e quadrata. Questo tipo di intervento deve essere eseguito solo da personale altamente qualificato, perché in mancanza ne verrebbe compromesso il funzionamento e il rendimento dell’impianto.

Ventilatori industriali: scelta

Investire nell’acquisto di un ventilatore industriale implica la valutazione di tanti fattori. Un ventilatore industriale, specialmente quelli che sfruttano la forza centrifuga, migliorano in modo significativo il processo produttivo, impedendone rallentamenti di sorta e interruzioni.

Questo tipo di ventilatore, pacificamente più potente di un modello assiale, deve essere scelto in maniera opportuna considerano la sua portata, l’efficienza e la rumorosità, tutti aspetti da adeguare alle specifiche necessità produttive.

Un ventilatore centrifugo non vale l’altro e bisogna documentarsi bene prima di acquistarne uno. Oggi i migliori modelli disponibili sul mercato vengono progettati con pale dalla forma differente, proprio allo scopo di consentire il trattamento di specifiche problematiche.

Purtroppo alcune aziende senza scrupoli mettono in vendita ventilatori spacciandoli per industriali, ma nei fatti si tratta di dispositivi non in grado di trattare l’aria in condizioni critiche. Trattasi molto spesso di macchine equipaggiate con ventole inappropriate, che nella maggior parte dei casi sono le stesse che vengono montate nei comuni condizionatori.

In fase d’acquisto di un nuovo ventilatore industriali il parere e il consiglio di un esperto si rivela indispensabile per compiere un acquisto consapevole e realmente adatto alle concrete esigenze produttive. In mancanza sarà facile cadere in errori e acquistare un modello assai lontano dalle proprie aspettative.