Risparmi 2020: Nuovo decreto e agevolazioni per le PMI

risparmi 2020 investimenti

Ci sono delle novità interessanti per coloro che amano risparmiare per il 2020 già che la Camera, precisamente la commissione Finanze, ha approvato un emendamento per il rilancio dei Piani di Investimento e Risparmio per il medio ed il lungo periodo dedicato alle persone fisiche. Ma cosa sono i piani PIR? 

Questi piani consentono alle persone fisiche di accedere a un regime fiscale agevolato per quanto riguarda il mondo degli investimenti, tutto ovviamente rispettando alcuni importanti criteri. Questa tipologia di agevolazione, chiamata Pir, può essere sottoscritta da tutti coloro che risiedono in Italia e soprattutto che non abbiamo nel momento della richiesta dell’agevolazione nessun piano di risparmio e/o un piano condiviso.

Questo tipo di agevolazione consente ai piccoli investitori di non pagare l’utile generato degli investimenti effettuati a patto di rispettare alcuni criteri che vedremo in seguito.

Piano Investimento e Risparmio: perché nasce?

Lo scopo di questo emendamento è favorire e sostenere lo sviluppo delle piccole e medie imprese in Italia con un prodotto bancario di nuova generazione. Questo sistema consente di avere delle agevolazioni fiscali interessanti per investimenti finanziari delle PMI. Infatti, il risparmiatore, non pagherà tasse sugli utili generati, né tantomeno l’imposta di successione sul patrimonio che viene investito.

Questo è sicuramente un passo avanti per lo sviluppo delle Piccole e Medie Imprese che potranno finalmente investire con delle agevolazioni interessanti in questo 2020.

Criteri PIR 2020

La novità di questa normativa è che stabilisce nuove soglie e nuove possibilità per investire, tuttavia bisogna rispettare alcuni criteri come ad esempio che almeno il 25% dell’importo/capitale investito deve essere destinato in strumenti di aziende non quotate nel FTSE MIB e il 5%, inoltre, in strumenti non FTSE MIB e MID CAP.  A seguito del decreto la BCC Risparmio & previdenza ha riaperto i fondi Investi per Italia PIR25 e PIR50 che ad oggi sono nuovamente compatibili con la normativa e quindi idonei al decreto.

Tuttavia è possibile adottare nuove forme di investimento che rispettano la normativa, potete trovare maggiori informazioni su www.curaletuefinanze.it sulle forme di investimento ed i vari vantaggi offerti.

 

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin