Serie BKT 21esima giornata brutta sconfitta casalinga del Crotone contro il forte Spezia

stroppaCrotone  1

Spezia    2

Marcatore: 24° Nzola, 46° Lopez (r), Ragusa 78°

Crotone (3-5-2): Cordaz, Golemic, Marrone, Gigliotti, Molina, Crociata (Nalini), Barberis, Benali, Mazzotta (Mustacchio), Messias, Simy (Lopez). All. Stroppa

Spezia (4-3-3): Scuffet, Ferrer, Erlic, Capradossi, Marchizza, Maggiore (Acampora), M.Ricci, Mora, Ragusa ( Galabinov), Nzola (F.Ricci), Gyasi. All. Italiano

Arbitro: Marco Serra di Torino

Assistenti: M.Robilotta – Saccenti

Quarto giudice bordo campo: I.Robilotta di Sala Consilina

Ammoniti: Simy, M.Ricci,

Angoli: 8 a 7 per il Crotone

Recupero: 1 e 4 minuti

Spett. tot. 5.720 € 36.129; biglietti 1.421 € 7.751; abbonati 4.299 rateo € 28.378

Calcio d’avvio a favore del Crotone e subito si nota la poca incisività dei locali nel cercare l’affondo, non solo per incapacità dei  centrocampisti nell’appoggiare le due punte, ma per una migliore disposizione tattica dei locali che riescono a giocare alti sotto la regia di M.Ricci. In avanti, Simy una nullità nel giocare quei pochi polloni ricevuti. Nessun tiro in porta da parte del Crotone per tutto il primo tempo. L’unica vera azione da gol è sfruttata al meglio con Nzola al minuto trentaquattro dopo aver ricevuto l’assist da parte di M.Ricci dalla fascia sinistra. Per l’occasione la difesa è stata poco attenta. Lo svantaggio non sortisce

nessuna reazione nei pitagorici a proposito di giocate pericolose. Mazzotta lungo la fascia sinistra più spettatore che protagonista di giocate in velocità. La contestazione dei tifosi della curva sud convince Stoppa ad operare subito il cambio ad inizio ripresa. Dentro Lopez, fuori Simy. Minuto quarantasei affondo di Mazzotta sulla fascia sinistra atterrato in area da Ferrer che significa rigore a favore del Crotone. Dal dischetto batte Lopez ed è il pareggio. Cambio operato da Stroppa (Lopez per Simy) azzeccato. Migliorano le giocate in velocità da parte del Crotone ma senza fare gridare al possibile gol. Nel momento in cui Stroppa opera la doppia sostituzione, dentro Nalini e Mustacchio al posto di Crociata e Mazzotta, è lo Spezia a passare in vantaggio con Ragusa dopo un affondo lungo la fascia sinistra. Più squadra lo Spezia in ogni reparto, poco reattivo il Crotone. Seconda sconfitta casalinga che ha impedito la scalata al secondo posto. Continua la serie dei risultati utili consecutivi degli ospiti (otto).

Con risoluzione alle ultime vittorie il Crotone si ferma all’Ezio Scida  contro lo Spezia. Un percorso che nel momento clou della stagione ha messo in evidenza la necessità di rivedere il materiale umano. Contro il forte Spezia nessun segno di squadra leader dopo le sfide precedenti. Gli spezzini di mister Italiano, arrivati all’Ezio Scida imbattuti da sette giornate, (una sola sconfitta nelle ultime dodici partite) non hanno mai smesso di rincorrere il risultato fin dall’inizio. La sconfitta casalnga della vice capolista Pordenone (partita giocata sabato) doveva ampliare la voglia di successo del Crotone che da stasera significava solitario secondo posto con due lunghezze di vantaggio ma ciò non è avvenuto.

Squadra che vince non si cambia e contro lo Spezia nessun cambio rispetto agli undici iniziale schierati la precedente giornata.

Il precedente pareggio casalingo contro il Cittadella ha, invece, indotto il tecnico ligure ad effettuare cinque cambi. Fuori Marchi, Bartolomei, Mastino, F.Ricci, Gudjohnsen ed al loro posto rispettivamente Marchizza, M. Ricci, Mora, Ragusa, Nzola.  

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin