Borgo Virgilio. Accordo di programma per far rivivere il Forte di Pietole

317

Al via l’Accordo di Programma per la realizzazione del progetto di rifunzionalizzazione e fruizione del Forte di Pietole, nel Comune di Borgo Virgilio (Mantova). Lo stabilisce una delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e dell’assessore con delega a Enti locali e alla Programmazione negoziata, Massimo Sertori. Sertori: “Elevato valore storico-culturale del manufatto” “Il progetto – ha spiegato Sertori – prevede la riqualificazione del Forte di Pietole, un ampio spazio di epoca napoleonica che sorge presso Andes, luogo natio del grande poeta Virgilio. Considerato il valore storico-culturale, ma anche per l’elevato valore ambientale e naturalistico acquisito nel tempo, il Forte e il previsto Museo verranno inseriti nei circuiti turistici lungo il Parco del Mincio. Si tratta di un traguardo importante che apre la strada a diverse opportunità per il territorio mantovano. La valorizzazione di questo bene – ha concluso – rappresenta una risorsa per lo sviluppo locale nel quadro di un’offerta turistica articolata, integrata e sostenibile che tiene conto dell’identità di questo territorio”. Il progetto Il progetto prevede il recupero e la valorizzazione del Forte di Pietole, a partire dalla rifunzionalizzazione museale di una parte significativa del complesso. Il tema del nuovo museo multimediale alla scoperta di Virgilio si affianca a quello del Forte come bene storico. L’allestimento, poco impattante dal punto di vista delle strutture e molto attento ai contenuti, si svilupperà soprattutto nella Casamatta recuperata e lungo i percorsi aperti del Forte. Il percorso di promozione invece é finalizzato ad integrare l’intero compendio nell’offerta turistica e culturale comunale e del Mantovano, assicurandone massima visibilità e attrattività anche nell’offerta del Parco del Mincio. Gli interventi, i costi e il cronoprogramma Le attività e gli interventi previsti dall’Accordo di Programma sono riqualificazione della strada bianca Via del Corriere, quale principale accesso via terra al Forte; la realizzazione di un’area a parcheggio e sosta bus presso la strada di accesso alla Poterna di Pietole;organizzazione e sistemazione degli spazi di accesso; percorsi di visita, punti di sosta; riqualificazione boschi e habitat naturali; opere interne per il recupero e la rifunzionalizzazione di Poterna di Pietole quale centro accoglienza visitatori del Forte e del Museo di Virgilio; Casamatta sul sentiero della Madre, spazio museale vero e proprio. Il costo complessivo dell’intervento è di 3 milioni di euro, di cui 2,2 milioni di euro da destinare ai lavori di riqualificazione degli spazi esterni ed interni, mentre 822 mila euro saranno utilizzati per l’allestimento museale e la promozione territoriale. Regione Lombardia metterà a disposizione 1.5 milioni di euro, la restante parte sarà finanziata dal Comune di Borgo Virgilio a valere sulle seguenti fonti di finanziamento: fondi propri 393 mila euro, fondi statali 30 mila euro, contributo Fondazione Cariplo 870 mila euro, Contributo Fondazione BAM 150 mila euro, contributo Fondazione Cariverona 110 mila euro. II cronoprogramma prevede la pubblicazione della gara entro la fine del 2019 e l’avvio dei lavori entro il 2020. Per quanto concerne la definizione del progetto museologico, questo avverrà la primavera del 2021, con ultimazione dei lavori di allestimento e l’apertura al pubblico del museo nell’autunno del 2021. “La sensibilità della Regione, in particolare dell’assessore Sertori e del presidente Fontana – ha dichiarato il sindaco di Borgo Virgilio, Francesco Aporti – hanno permesso di iniziare l’iter che porterà alla realizzazione di un’opera unica per la valorizzazione di tutto il territorio mantovano nel nome del poeta Virgilio. L’integrazione di diverse forme di finanziamento costituisce un esempio virtuoso di una sempre più stringente collaborazione tra enti pubblici e soggetti privati”.