Berlusconi: Ci hanno detto che volevamo andare con Renzi. Non è possibile

207

Silvio Berlusconi prende le distanze da Italia Viva. “Ci hanno detto che volevamo andare con Renzi. Non è possibile. Noi siamo un’altra cosa”. Lo ha affermato il leader di Forza Italia. “E’ fondamentale spiegare la differenza tra noi e la sinistra. Siamo l’unica forza che si batte contro oppressioni fiscale, burocratica e giudiziaria” ha rimarcato il Cavaliere. L’ex premier ha poi aggiunto. “Noi abbiamo l’unico grande progetto per tirare fuori l’Italia da questa situazione terribile di oppressione giudiziaria, fiscale e burocratica. Solo noi abbiamo le idee chiare in materia”. Secondo il leader azzurro bisogna superare “questa condizione di stagnazione” del paese “che sta andando verso la recessione provocata da governi che sono lontanissimi dalla conoscenza necessaria ad un Paese per svilupparsi e raggiungere benessere e ricchezza”. Berlusconi rivendica il ruolo di padre nobile del centrodestra. “Lo abbiamo creato noi: siamo gli unici a garantire che il centrodestra sia davvero cosi’, altrimenti sarebbe una destra estrema, che non riuscirebbe a vincere le elezioni e non saprebbe governare”.  Il Cavaliere affronta anche il tema giustizia. “I progetti di legge dell’attuale classe di governo sono terrificanti, come quello del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede che annullerebbe la prescrizione dopo il primo grado”..