Friggitrice ad aria: quale acquistare? Ecco i risultati del test comparativo

Ormai è risaputo che il fritto faccia male, e sempre più nutrizionisti e dietisti si battono giorno dopo giorno per combattere questa piaga. Non è quindi un caso se un elettrodomestico come la friggitrice ad aria diventi sempre più popolare.

Di cosa si tratta? Brevettata dalla Philips Electronics Company, questo pratico apparecchio afferma di imitare i risultati della “frittura classica” con nient’altro che aria calda e una piccola quantità di olio.

La friggitrice ad aria è essenzialmente un forno a convezione amplificato: le dimensioni compatte facilitano la cottura, rendendola estremamente più veloce. La parte superiore dell’unità contiene un meccanismo di riscaldamento e una ventola, l’aria calda scorre verso il basso e intorno al cibo collocato in un cestino. Questa rapida circolazione dell’aria rende il cibo croccante, proprio come una frittura.

Il principale vantaggio che comporta l’utilizzo della friggitrice ad aria è senza ombra di dubbio la notevole riduzione di olio utilizzato, ma anche il fatto che quest’ultimo viene assorbito dal cibo prima di raggiungere il punto di fumo, principale motivo per cui il fritto fa male. L’aspetto più critico è forse il fatto che il risultato finale non è perfettamente identico alla frittura tradizionale, ma ci si avvicina e ciò è più che sufficiente.

Quale friggitrice ad aria acquistare?

Ma arriviamo al nocciolo della questione: quale friggitrice ad aria preferire e acquistare? A rispondere a questa domanda ci ha pensato CucinaTecnologica.it (portale che pubblica guide all’acquisto e recensioni sugli elettrodomestici da cucina), realizzando una classifica vera e propria per mostrare ai propri lettori quali sono le migliori friggitrici ad aria in commercio, scelte prendendo in considerazioni le prestazioni e il prezzo.

In commercio, sia online che offline, si possono trovare infatti modelli di friggitrici ad aria che vanno dai 50 euro ma che possono superare anche i 200 euro, e scegliere non è facile, soprattutto se consideriamo il fatto che non sempre le più economiche sono le più scadenti, così come le più costose non sono sempre le migliori.

La redazione del sito web nel test delle friggitrici ad aria ha preso in considerazione diversi fattori, primo fra tutti le dimensioni del cestello per gli ingredienti, ma anche la temperatura massima raggiunta, la potenza dell’elettrodomestico, così come la qualità dei materiali, gli accessori in dotazione e le funzionalità aggiuntive (alcune friggitrici, ad esempio, permettono di friggere alimenti diversi contemporaneamente). Dal momento che i vari modelli differiscono molto fra loro, prima di acquistarne una è bene considerare le proprie necessità: ogni quanto deve essere utilizzata? Quali e quanti alimenti friggere?

Parlando dei modelli veri e propri, sono stati testati decine di modelli, ma alla fine dei conti solo 4 sono stati inseriti nella classifica. La migliore in assoluto risulta essere la Philips Airfryer XL HD9240/90, una friggitrice ad aria di fascia alta (costa più di 200 euro) che permette di friggitrice fino a 1,2 kg di alimenti contemporaneamente grazie al motore da 2100 W; questa presenta anche un display digitale e la tecnologia brevettata Philips RapidAir. Per chi è alla ricerca di un prodotto prestante, ma al giusto prezzo, viene consigliata la Tefal Actifry Original FZ71000 che a poco più di 100 euro offre un cestello da 1 kg, display LCD e parti amovibili lavabili in lavastoviglie. Altro modello molto popolare è la Princess Digital Aerofryer XL 182020 (costo di poco superiore agli 80 euro), mentre la più economica è la Ariete Airy Fryer Mini 4615 (si può trovare a meno di 50 euro online), la quale permette di friggere circa 400 g di patatine contemporaneamente ed è l’ideale per chi la utilizzerà saltuariamente per qualche piccola frittura.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin