Pisa. Comune, Università, Scuola Sant’Anna e Scuola Normale per un sistema integrato di città

171

Firmato il protocollo che potenzia la “Conferenza università territorio” (C.U.T.) aumentando il numero di riunione previste durante l’anno e allargando la partecipazione a Scuola Normale Superiore e la Scuola Superiore Sant’Anna, che si aggiungono a Università di Pisa, Diritto allo Studio e componente studentesca. Dopo l’approvazione del nuovo protocollo all’interno di ciascun ente aderente, la convenzione è stata firmata congiuntamente, alla presenza dell’assessore con delega al Diritto allo studio Sandra Munno, al rettore dell’Università di Pisa Paolo Mancarella, al direttore della Scuola Sant’Anna Sabina Nuti, al direttore della Scuola Normale Superiore Luigi D’Ambrosio, il direttore regionale per il Diritto allo Studio Francesco Piarulli, il presidente della Consulta degli studenti universitari Francesco di Bartolo. “Con la firma di – spiega l’assessore Sandra Munno – abbiamo allargato la Conferenza università territorio a tutte le università e scuole d’eccellenza della città, dando vita ad un vero e proprio tavolo dove poter gestire e condividere le strategie di sviluppo della città. Abbiamo inoltre aumentato il numero delle sedute annue per dare una continuità al lavoro impostato da oggi. È nostra intenzione trasformare la Conferenza in sede di confronto costante con gli enti universitari e con i rappresentanti degli studenti, per dar vita ad un tavolo operativo dove affrontare problemi concreti e trovare soluzioni condivise. Per questo ho ritenuto doveroso invitare alla Conferenza l’assessore all’urbanistica e alla mobilità Massimo Dringoli, che dispone della delega e delle competenze giuste per interloquire con enti e studenti, individuando le soluzioni migliori in una prospettiva unitaria di gestione integrata dei servizi e di sviluppo della città. ” “Ringrazio – conclude l’assessore – la Scuola Sant’Anna e la Scuola Normale Superiore per aver aderito al protocollo e l’Università per aver confermato la propria partecipazione. Estenderemo l’invito ad altri enti come invitati permanenti della Conferenza, come Provincia di Pisa e Ufficio servizi per l’integrazione degli studenti con disabilità dell’Università di Pisa, per allargare ancora di più la partecipazione”. La riunione è stato inoltre l’occasione per iniziare subito ad affrontare alcune tematiche relative alla mobilità, presentate all’assessore Dringoli da parte della componente studentesca, e per affrontare il tema delle politiche abitative concernenti l’edilizia universitaria, tra cui l’argomento dell’immobile Paradisa, per trovare una soluzione idonea alla sua riqualificazione e riutilizzo come residenza universitaria. La Conferenza università territorio è un tavolo di concertazione permanente tra Comune, università, Diritto allo Studio e rappresentanze degli studenti universitari che si occupa di favorire il dialogo e il rapporto tra enti partecipanti, di migliorare il rapporto e il livello di integrazione tra città e componente studentesca, adottando soluzioni per migliorare e incrementare i servizi e la qualità della vita degli studenti. Il Protocollo che istituisce la CUT, ormai scaduto, esisteva già in passato, ma prevedeva la partecipazione solo di Università di Pisa, DSU Toscana, componente studentesca e Comune e le riunioni si tenevano soltanto una o due volte l’anno.