Assicurazione Sanitaria USA: come funziona

305

Nella programmazione di un viaggio negli Stati Uniti d’America, che sia di lavoro o di puro divertimento, è bene tenere in debita considerazione la possibilità di stipulare l’assicurazione sanitaria USA. I costi molto elevati della sanità statunitense, infatti, possono rappresentare un problema grosso, incidendo profondamente sull’entità delle spese preventivate per il soggiorno. Qualora nel corso della permanenza nel Paese si dovesse restare vittima di un infortunio o di una malattia, e parliamo di una distorsione o anche di una semplice influenza, non è possibile affidarsi all’assistenza del servizio sanitario nazionale, ma occorre pagare di persona, e per intero, ogni tipo di prestazione ricevuta. I costi sono così alti che, non di rado, le strutture ospedaliere sono disposte a rateizzare il debito, a condizione che il malcapitato paziente disponga di opportune garanzie e di una indispensabile carta di credito. Una polizza assicurativa in grado di coprire i costi di medicine, cure ospedaliere e visite mediche, mette al riparo dall’amara sorpresa di dover far fronte, nostro malgrado, ad ingenti spese impreviste.

In cosa consiste l’Assicurazione Sanitaria USA

L’assicurazione sanitaria USA è una polizza assicurativa appositamente pensata per chi deve recarsi negli Stati Uniti, per lavoro o per piacere, e desidera soggiornare con la tranquillità di non incorrere in spese extra nel caso in cui si verifichi un incidente o si incorra in un qualsiasi problema di salute. Negli Stati Uniti non esiste un servizio sanitario nazionale, pertanto le spese mediche devono essere pagate direttamente da chi usufruisce delle prestazioni ospedaliere, di tasca propria o, preferibilmente, mediante un’apposita polizza assicurativa. Chiaramente anche il turista, al verificarsi di un incidente che lo costringa a richiedere assistenza medica, dovrà pagare personalmente i costi degli esami diagnostici, delle cure prestate e perfino del trasporto in ambulanza. Stipulare una polizza assicurativa, prima della partenza, rappresenta il sistema migliore per tutelarsi da eventuali inconvenienti ed evitare di dover pagare parcelle che raggiungono, con estrema semplicità, le diverse migliaia di dollari.

L’Assicurazione Sanitaria Viaggio: l’offerta è ancora più ampia

Per una tranquillità che va oltre le problematiche di natura sanitaria, è possibile optare per l’assicurazione viaggio, che estende la garanzia a rischi come lo smarrimento o il furto dei bagagli, la cancellazione di un collegamento aereo o l’annullamento del viaggio. Questa polizza mette al sicuro da qualsiasi inconveniente possa presentarsi nel corso di un viaggio all’estero, sia esso di natura sanitaria che puramente logistica. Con questa polizza è possibile affrontare con serenità anche il rischio di annullamento del viaggio, per rinuncia, cancellazione oppure interruzione del viaggio stesso. La polizza può essere personalizzata a discrezione del cliente, che decide se limitarla all’aspetto sanitario, oppure ampliare la copertura agli altri rischi che minano la tranquillità dei viaggiatori.

L’Assicurazione Sanitaria USA: i rischi che copre e perché va stipulata

L’assicurazione sanitaria USA, per essere efficace, deve disporre di un massimale molto elevato, prevedere la copertura di tutte le spese mediche, chirurgiche, riabilitative, ospedaliere, farmaceutiche e di trasporto, ed includere l’assistenza medica ventiquattr’ore su ventiquattro. In questo modo, qualunque sia l’inconveniente occorso, è possibile farvi fronte. L’assicurazione sanitaria copre i costi di un eventuale trasporto in ambulanza, di esami diagnostici come tac, risonanze e radiografie, ingessature e somministrazioni di farmaci, ma anche interventi chirurgici, qualora questi dovessero rivelarsi indispensabili e non differibili al rientro in patria. La polizza sanitaria può contemplare anche il rimborso delle spese sostenute per le visite mediche e per l’acquisto di medicinali, oltre che un servizio di assistenza telefonica in lingua italiana, indispensabile per coloro che non hanno grossa dimestichezza con la lingua inglese. Tra i servizi che l’assicurazione sanitaria offre, possono rientrare l’invio dell’assistenza medica a domicilio, il prolungamento del soggiorno dovuto a motivi di salute oppure il rientro a casa anzitempo, e l’eventuale ricongiungimento con familiari e affini.

Il viaggio negli Stati Uniti è più sereno con l’Assicurazione Sanitaria USA

Per raggiungere gli States e soggiornarvi in tranquillità, la polizza sanitaria è indispensabile. Abituati agli standard del nostro sistema sanitario nazionale che, in ogni caso, assicura buoni livelli di assistenza a fronte di costi decisamente contenuti, non è semplice abituarsi all’idea di una sanità a pagamento. Negli Stati Uniti, in assenza di “garanzie” pubbliche, previste esclusivamente per una fascia molto ristretta di individui, le prestazioni mediche assumono costi esorbitanti. Basti pensare che il solo ricovero in ospedale può costare dai 1.500 ai 2.000 dollari al giorno, l’applicazione di fasce gessate su un arto fratturato può arrivare a 10.000 dollari, mentre un’appendicectomia raggiunge tranquillamente i 22.000 dollari.

In conclusione: scegli la tranquillità

I costi smisurati appena elencati devono far riflettere. Nessuno si augura di ammalarsi nel corso di un viaggio di piacere, né tantomeno di incappare in uno sfortunato incidente. Ma sappiamo bene che l’imprevisto è sempre dietro l’angolo e può verificarsi anche migliaia di chilometri da casa. In casi del genere, l’assistenza in lingua italiana è indispensabile, come pure una polizza assicurativa che copra ogni tipo di spesa medica imprevista. Un’assicurazione sanitaria viaggio attiva permette di esplorare gli Stati Uniti in serenità e di godere di ogni angolo del Paese senza alcun timore, assistiti giorno e notte da un consulente pronto a prestare soccorso per qualsiasi esigenza. Fonte delle informazioni: https://www.ergoassicurazioneviaggi.it/assicurazione-sanitaria-usa