Arriva il freddo, le nuove asciugatrici per il bucato

D’estate basta qualche decina di minuti, per i capi più leggeri, ma nei mesi rigidi cambia tutto. Asciugare il bucato d’inverno è complicato, sia per vincoli abitativi – non tutti possono contare su balconi o spazi dedicati – sia per le condizioni climatiche. È la tecnologia, ancora una volta, a venirci in aiuto, con le asciugatrici più innovative. Quelle che risolvono il problema in poco tempo, consegnando abiti soffici e asciutti.

Anche se la questione asciugatrice prezzi è una delle priorità nella prospettiva del consumatore, la qualità orienta inevitabilmente l’acquisto. Siemens è all’avanguardia, con la sua tecnologia i Sensoric, che punta a una semplificazione ulteriore delle operazioni mediante una combinazione di tecnica e meccanica. Le asciugatrici Siemens sfruttano il sistema intelligent Cleaning, viene offerta così una pulizia automatica dei filtri al termine di ogni ciclo, attraverso un getto creato dall’acqua di condensa.

Il dispositivo implementa dei sensori che vanno a rilevare con accuratezza temperatura e umidità del bucato, mentre il cestello softDry permette in 40 minuti di asciugare gli abiti, con un ridotto impatto energetico. Ricorrendo invece alla funzionalità WiFi e all’apposita app, è possibile utilizzare e verificare lo stato dell’asciugatrice con un semplice tap.

L’asciugatrice Beko DRX722W è la soluzione per chi cerca un ottimo rapporto asciugatrice prezzi-qualità. Si tratta di un prodotto caratterizzato da carica frontale e una capacità di sette kg. Per quello che riguarda le specifiche tecniche, il funzionamento prevede il ricorso a una pompa di calore. Il display consente la selezione tra i 15 programmi di asciugatura disponibili. Dal punto di vista dei consumi, ha ottenuto la classe energetica A++.

Come quella appena descritta, anche l’asciugatrice Miele TDB230WP Active è a libera installazione.  Le procedure di asciugatura si avvalgono di pompa di calore e una discreta varietà di programmi: rapidi, antipiega, per camicie, eccetera. Ancora una volta il profilo di efficienza energetica riporta la classe A++.

Smeg DHT83LIT-1 riesce a fare persino di meglio, rientra tra le poche asciugatrici A+++. La carica resta frontale ma cresce, rispetto ai due dispositivi precedenti, la capacità, che passa da sette a otto kg. Si distingue per il grande portato tecnologico, le 16 opzioni di asciugatura e la sua silenziosità.

Bosch Serie 8 WTW855R9ITè una delle asciugatrici a vapore più interessanti per quelle famiglie che hanno bisogno di gestiremolti capi in tempi contenuti, merito della capacità di nove kg. Valido anche il profilo energetico, rientra nella classe A++. Utilizzando l’ampio display viene selezionato il programma di asciugatura più indicato.

Se si desidera una capacità di nove kg, perché non valutare ancheCandy CS H9A2DE-S? È un’asciugatrice a pompa di calore, associata a una classe di efficienza energetica A++. Si distingue dalle concorrenti per la tecnologia Easy Case. Confrontando le esperienze d’acquisto sintetizzate in feedback e recensioni, emerge il ritratto di un prodotto assai apprezzato dal pubblico.

Come dimostra questa breve ma selezionata rassegna, le alternative non mancano ma vanno poste in relazione alle esigenze individuali, al budget stanziato e al rapporto asciugatrice prezzi-qualità. Come risparmiare? Solitamente il web presenta le migliori offerte nell’ambito asciugatrice prezzi, anche se talvolta si rivelano competitive le promozioni delle catene di distribuzione tradizionali.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin