I colori della solidarietà illuminano i beni culturali della Valle d’Aosta

Gli Assessorati del Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali e della Sanità, Salute e Politiche sociali comunicano che, anche quest’anno, nei mesi di ottobre e novembre, alcuni monumenti rappresentativi della regione saranno illuminati con i colori di diverse importanti iniziative benefiche. Da diversi anni, ormai, la LILT, Lega italiana per la Lotta contro i Tumori, promuove nel mese di ottobre una capillare campagna di sensibilizzazione sull’importanza della prevenzione del tumore al seno. Il colore dell’iniziativa è il rosa che illuminerà il Castello di Aymavilles.

Successivamente, nel mese di novembre, lo stesso castello si accenderà di giallo per celebrare il Centesimo anniversario di Zonta International, associazione femminile internazionale nata a Buffalo, negli USA, con lo scopo di difendere i diritti delle donne aiutandole a mettere le proprie competenze al servizio della collettività. E il giallo è il colore identificativo di questa storica associazione. Nel corso del mese di ottobre, inoltre, alcune ricorrenze speciali coloreranno anche l’Arco di Augusto.

Sabato 12 ottobre, in concomitanza con la giornata conclusiva del DONO DAY, iniziativa voluta per valorizzare e coltivare la solidarietà, l’Arco di Augusto si illuminerà di arancione. In seguito, dal 13 al 15 ottobre, il noto monumento si vestirà di un doppio colore: il rosa e l’azzurro in occasione del Babyloss Awareness Day, giornate promosse da CiaoLapo Onlus, associazione che offre sostegno alle famiglie che subiscono la morte di un figlio durante la gravidanza e nei primi giorni di vita.

Due mesi per accendere luci di conoscenza, consapevolezza, solidarietà e attenzione. Aderiamo alle diverse giornate di iniziative benefiche, mettendo a disposizione alcuni nostri beni culturali come segno di sensibilizzazione su varie tematiche importanti per la nostra comunità – dichiara l’Assessore al Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali Laurent Viérin. Saranno così illuminati il Castello di Aymavilles, che è in fase di restauro e che è un bene architettonico prezioso del nostro patrimonio culturale, e l’Arco di Augusto, al fine di dare un segno tangibile alla comunità e una valenza di forte solidarietà verso tematiche di grande attualità all’interno della collettività.

Illuminare con colori diversi alcuni monumenti simbolo del nostro patrimonio culturale ha lo scopo di sottolineare occasioni importanti, ancor più sentite laddove strettamente legate alla salute e al volontariato – aggiunge l’Assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali Mauro Baccega. Un’iniziativa per accendere l’attenzione della collettività su tematiche importanti su cui riflettere ed per le quali impegnarsi. Nei mesi di ottobre e novembre, dunque, con i riflettori puntati sul castello di Aymavilles e sull’Arco di Augusto, si avrà l’occasione per mettere in luce l’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce, come nel caso della LILT, ma anche sulla solidarietà, l’attenzione e la cura verso gli altri, ancor più necessari in situazioni di forte disagio, ovvero valori sociali di coesione da preservare e potenziare”

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin