Piazza Armerina. Carlo Lo Monaco uccide il padre Armando in una macelleria

Efferato delitto a Piazza Armerina, in provincia di Enna. Armando Lo Monaco, 53 anni, è stato ucciso a coltellate all’interno di una macelleria. L’assassino è il figlio Carlo. All’origine dell’accoltellamento ci sarebbero rancori familiari e una sofferenza di disturbi psichici.

L’omicidio è avvenuto all’interno del negozio, proprio nel centro di Piazza Armeria, in via generale Muscarà, dove il padre stava acquistando della carne insieme alla figlia. Nel negozio c’erano altri clienti. A un certo punto il figlio trentenne li ha raggiunti e ha iniziato a colpire più volte il padre con un coltello che aveva portato con sé. Alla fine è fuggito ed è ritornato a casa, dove è stato poi rintracciato dalla Polizia.

Sul posto sono arrivati i soccorsi che però non hanno potuto fare altro che costatare la morte di Armando. Prima di accoltellarlo Carlo avrebbe accusato il padre di averlo picchiato da piccolo. Alla base del gesto, infatti, si ipotizza che possa esserci una vendetta per i maltrattamenti che il figlio avrebbe subito da bambino.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin