Grillini attaccati al Governo si dichiarano innamorati dell’Italia

163

Tra i leghisti serpeggia il malumore. Si alza il grido elezioni subito. Tutt’altro il clima in casa dei grillini attaccati al Governo. Del resto una volta che Matteo Salvini li avrà scaricati il loro soggiorno a Palazzo Chigi sarà solo un pallido e sbiadito ricordo.

Sondaggi alla mano i grillini sono destinati all’estinzione politica, quasi triplicati dalla Lega, superati dal Pd. Luigi Di Maio ufficialmente si dice pronto a staccare la spina ma poi è cosciente che sarebbe la sua fine politica e usa parole concilianti. “Siccome questi sono momenti in cui c’è una grande discussione, io l’unica cosa che posso dirvi è che vale la pena andare avanti perché abbiamo degli obiettivi da raggiungere, lo dico a tutti nel governo” dichiara oggi. Obiettivi in comune?

In realtà sembrerebbe proprio di no! Gli italiani sono stufi dei “no” grillini e della loro scarsa esperienza politica. I danni vengono pagati da tutti. Ma Luigi Di Maio assicura che l’esecutivo non cadrà per “l’amore che abbiamo per questo Paese e non lasciamo che chi ci vuole buttare giù ci riesca”…Amore dell’Italia o di palazzo Chigi?