Il potente narcos Joaquin Guzman El Chapo condannato all’ergastolo

397

Dura condanna inflitta a Joaquin Guzman El Chapo. Il narcotrafficante più noto al mondo è stato condannato da una corte di New York all’ergastolo per dieci capi di imputazione. Parlando attraverso un traduttore, il boss ha definito la sua detenzione “una tortura psicologica, emotiva e mentale 24 ore al giorno”. La pena comprende anche un’ulteriore condanna a 30 anni. Inoltre il giudice gli ha ordinato di restituire 12,6 miliardi di dollari, come chiedeva l’accusa. La somma equivarrebbe ai proventi del traffico di droga negli USA gestiti dal suo cartello prima che fosse arrestato. “El Chapo”, 62 anni, era stato riconosciuto colpevole a febbraio per il traffico di tonnellate di cocaina, eroina e marijuana e di vari omicidi come boss del cartello di Sinaloa, una delle più grandi e violente organizzazioni messicane dedite al traffico di droga. Arrestato in Messico, Guzman è stato estradato negli States. Nell’accordo di estradizione tra Mexico e USA, nel 2017, è stata esclusa la possibilità di una condanna alla pena capitale.