Vittoria. Rosario Greco travolge due cuginetti: morto Alessio D’Antonio

Dramma a Vittoria dove due cuginetti di 11 e 12 anni, seduti sull’uscio di casa, sono stati travolti da un’auto pirata lanciata a folle velocità in via 4 aprile, nel centro storico. Uno è morto sul colpo e l’altro, ricoverato in gravissime condizioni nell’ospedale di Vittoria, è stato trasferito in elisoccorso a Catania. Le sue condizioni sono disperate.

La scena che si è presentata ai soccorritori è stata raccapricciante. La vettura ha infatti tranciato gli arti inferiori di entrambi i bambini. Il conducente dell’auto, che subito dopo l’incidente si è dato alla fuga a piedi, era alla guida di una Jeep Renegade. Alessio D’Antonio, 11 anni, è morto sul colpo e suo cugino è stato ricoverato in gravissime condizioni in ospedale. L’auto ha tranciato le gambe di entrambi i ragazzini, trascinati per metri dal Suv. Un terzo, che stava giocando con loro, si è salvato.

Il pirata subito dopo l’incidente si è dato alla fuga a piedi. Greco era alla guida di una Jeep Renegade scura. A bordo altre due persone, che sono andate di spontanea volontà alla caserma dei Carabinieri per testimoniare. “Dopo l’incidente siamo scappati perché avevamo paura di esser linciati” ma sono stati denunciati per omissione di soccorso. Gli agenti della Polizia sono andati a prelevare il guidatore nella sua abitazione e lo hanno fermato. Si tratta di Rosario Greco, 37 anni con precedenti penali. Il pirata è stato arrestato per omicidio stradale aggravato. L’uomo, infatti, è risultato positivo ad alcol e droga. La Polizia gli ha contestato anche la “detenzione di oggetti atti ad offendere”, nella sua auto gli agenti hanno trovato uno sfollagente telescopico ed una mazza da baseball.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin