Torino. Muore per un malore Clemente Ferrero de Gubernatis di Ventimiglia

Mondo dell’imprenditoria piemontese in lutto. Durante la partita annuale in famiglia Agnelli all’Allianz Stadium è morto per un malore Clemente Ferrero de Gubernatis di Ventimiglia.

La partita in famiglia tra parenti e amici della famiglia Agnelli e proprietari della Juventus è finita in tragedia. Il classico appuntamento annuale ha avuto un risvolto tragico. Durante la partita Clemente Ferrero de Gubernatis di Ventimiglia ha accusato un malore, accasciandosi a terra privo di sensi. E’ successo sotto gli occhi delle famiglie che sugli spalti affollavano la tribuna dell’impianto.

Nonostante il pronto intervento dello staff medico presente a bordo campo, l’imprenditore di 51 anni è deceduto, poco dopo le 13 in ospedale come riferisce La Gazzetta dello Sport. Al Maria Vittoria di Torino sono accorsi decine di parenti. Clemente Ferrero de Gubernatis di Ventimiglia era il nipote di Clara Nasi, cugina dell’avvocato Giovanni Agnelli. Lascia moglie e tre figli, che hanno autorizzato l’immediato espianto dei polmoni, essendo il deceduto donatore di organi.

La partita allo Stadium, che è un classico appuntamento della “famiglia Juventus”, vede riuniti le più importanti dinastie industriali torinesi: Nasi, Ferrero de Gubernatis e Camerana. Il malore è stato definito dal presidente del museo dell’Automobile Benedetto Camerana, “una tragedia che casualmente si è verificata in un momento in cui tutta la famiglia era riunita”. Una tragedia che allunga l’elenco delle morti tragiche nella famiglia Agnelli, di certo la più importante d’Italia dal punto di vista imprenditoriale.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin