Il centrodestra si avvia a conquistare anche il Piemonte

Il centrodestra conquista anche il Piemonte e assumere il controllo del Nord. I risultati veri dello spoglio saranno noti soltanto oggi pomeriggio, alle 14, quando verranno aperte le urne. Tuttavia in base al primo e al secondo exit poll del consorzio Opinio Italia per la Rai, il candidato a governatore Alberto Cirio è in testa con una forchetta del 45-49%. Il centrosinistra ha affidato la resistenza al presidente della Regione uscente Sergio Chiamparino che è stimato tra 36,5 e 40,5%. Più staccato Giorgio Bertola, candidato grillino, con 12-16%. Gli M5s cinque anni fa aveva sfiorato il 21,5%. Irrilevante Il Popolo della Famiglia, con Walter Boero che nelle migliori previsioni non supererebbe l’1%.

“Se la Lega andrà al governo in Piemonte è chiaro che sarà un messaggio per la prosecuzione delle grandi opere. Abbiamo chiesto il voto per il Sì“, ha precisato Matteo Salvini in conferenza stampa a via Bellerio, commentando i risultati del voto. “Le notizie che giungono dal Piemonte – vuole evidenziare Forza Italia in una nota – confermano e rafforzano il carattere vincente della coalizione di centrodestra e dei candidati azzurri”.

Se la tendenza dovesse essere confermata, il Piemonte cambierebbe colore, dando una nuova spinta alla Lega anche a livello nazionale se unito all’esito delle Europee. Matteo Salvini e il centrodestra (dopo Sardegna, Molise, Friuli e Basilicata) possono ora sperare di governare anche l’ultima Regione del Nord in mano al centrosinistra, esclusa l’Emilia-Romagna. Vincere e riconquistare il territorio perso cinque anni fa per la caduta di Roberto Cota, vuol dire per la Lega prendersi tutte le Regioni più produttive del Paese. È una vittoria anche per Forza Italia che alla coalizione ha imposto il suo candidato Cirio.

Cirio, candidato di Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Udc-Ppe, Sì Tav per il Piemonte, era già il grande favorito. È un eurodeputato eletto al Parlamento di Strasburgo nel 2014 ed è stato anche assessore al Turismo, Sport e Istruzione della Regione Piemonte e coordinatore della cabina di regia ‘Piemonte Expo 2015’ sotto il presidente leghista Cota. Chiamparino si appresta invece a lasciare la poltrona di governatore conquistata nel 2014 con oltre il 47% dei voti. Il suo programma ‘Sì al Piemonte del Sì’ e la sua campagna elettorale hanno puntato sulla realizzazione del Tav Torino-Lione. Risultato ancora più deludente, stando agli exit poll, per Giorgio Bertola, attuale consigliere regionale grillino.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin