Cagliari. I grillini si ritirano dalle comunali

A sorpresa i grillini non parteciperanno alla corsa per il nuovo sindaco di Cagliari. Il Movimento ha infatti revocato la certificazione del simbolo al candidato alle Comunali. Infatti il cardiochirurgo Alessandro Murenu è finito nell’occhio del ciclone per due suoi post del passato contro le unioni civili e l’aborto. Posizioni intollerabili per Di Maio e soci. “Chi condivide le idee medievali del congresso di Verona non avrà il simbolo del Movimento”, si legge in una nota.

Il nome di Murenu è “sparito” all’improvviso dalla griglia delle liste, pubblicata sulla piattaforma Rousseau. “Ci sono valori che fanno parte del Dna del Movimento, come l’idea di una donna che ha diritti e doveri identici a quelli dell’uomo – precisa il comunicato -. Nel lavoro, in famiglia, in amore. Ribadiamo che siamo lontani anni luce dalle posizioni espresse al Congresso di Verona e oggi torniamo sull’argomento per prendere le distanze da quanto affermato dal candidato a sindaco di Cagliari, Alessandro Murenu”.

Per i grillini “ci vuole rispetto per la donna, ma soprattutto coerenza. Chi vuole associare rivendicazioni come quelle espresse a Verona contro la donna al simbolo del Movimento, si sbaglia di grosso ed è fuori dal nostro progetto. La lista non era stata ancora depositata. Al candidato sindaco è stata revocata la certificazione e inibito l’uso del simbolo. Non ci saranno candidati sindaci a Cagliari”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin