Serie A. Ultimi posti in Champions: cosa succede in caso di pari punti

Mancano cinque gare al termine. Le squadre matematicamente in lotta per la Champions sono sei. I posti disponibili sono due posti. Lo scorso campionato l’Inter superò la Lazio raggiungendola al quarto posto in classifica e prevalendo per via degli scontri diretti. Questi ultimi potrebbero risultare ancora una volta decisivi, ma non va trascurata la differenza reti.

Il regolamento della Serie A prevede infatti che nel caso due squadre arrivino a pari punti come Milan e Atalanta, per determinare la classifica vengano presi in considerazione i punti negli scontri diretti. I gol segnati in trasferta non valgono doppio. In caso di ulteriore parità, le discriminanti sono: differenza reti negli scontri diretti, differenza reti generale; maggior numero di reti segnate in generale; sorteggio. Se tre o più squadre arrivano a pari punti, verrà considerata la classifica avulsa, stilata sulla base degli scontri diretti tra le squadre coinvolte.

L’Inter, oltre ad avere più punti, è in vantaggio su Milan e Lazio negli scontri diretti. Il doppio pareggio nelle sfide con la Roma renderebbe determinante la differenza reti generale. Oggi l’Inter è a +24, la Roma è a +12. La squadra di Spalletti sarebbe invece sfavorita in caso di parità di punteggio con Atalanta e Torino.

Il Milan ha fatto bene in tanti big match, motivo per cui non temerebbero l’arrivo a pari punti con Atalanta, Lazio e Roma. Il contrario di quello che accadrebbe con l’Inter, visti i due derby persi. Nel prossimo turno i rossoneri sfidano il Torino, dopo lo 0-0 di San Siro.

L’Atalanta è in vantaggio con l’Inter e in svantaggio con Milan e Torino. Doppio 3-3 con la Roma. Sarebbe avvantaggiata la squadra con la migliore differenza reti, al momento nerazzurri a +24, giallorossi a +12. Tra due giornate Gasperini farà visita alla Lazio, dopo aver vinto l’andata per 1-0.

La differenza reti penalizza Ranieri. L’attuale +12 penalizzerebbe la sua Roma nel confronto con Inter e Atalanta, entrambe a +24. In vantaggio solo con il Torino, romanisti sfavoriti anche in caso di arrivo a pari punti con Milan e Lazio.

Due gare cruciali da disputare per i granata. Una con il Milan si parte dallo 0-0 in trasferta, con la Lazio dall’1-1, anch’esso maturato fuori casa. Mazzarri ha fatto meglio negli scontri diretti con Spalletti e Gasperini, mentre contro la Roma ha perso due volte.

In attesa di ospitare l’Atalanta – dopo aver perso 1-0 a Bergamo – e fare visita al Torino – dopo l’1-1 in casa – Simone Inzaghi parte da posizione di vantaggio solo con la Roma, mentre è sotto nel confronto con le milanesi.

Solo per due di queste sei squadre si apriranno le porte dorate della Champions, mentre altre due/tre dovranno accontentarsi dell’Europa League. Alla quale può puntare anche la Samp, con i suoi 48 punti. Vi parteciperanno la quinta e la sesta classificata, anche la settima qualora la Coppa Italia non venisse alzata da una squadra già qualificata a una competizione europea.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin