Nel segno delle tradizioni, consegnato lo spadino al XXI corso “Esempio”

Viterbo. Giovedì 11 aprile, presso la Caserma “Soccorso Saloni”, sede della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, si è svolta, la cerimonia di consegna dello spadino agli Allievi Marescialli del XXI Corso “Esempio”. Al termine della cerimonia dell’Alzabandiera, gli “anziani” del XX corso “Certezza” hanno consegnato lo spadino agli Allievi Marescialli del XXI Corso “Esempio”. Nel suo breve intervento, si legge nel comunicato stampa, il Generale di Brigata Pietro Addis, Comandante dell’Istituto di formazione militare viterbese, ha ricordato l’importanza di questo momento legato ad antiche tradizioni: “[…] Siate fieri e orgogliosi di questo momento, la vita militare si fonda su tradizioni che devono essere custodite gelosamente e tramandate ai giovani, affinché si sentano parte integrante dell’unità cui appartengono e contribuiscano, orgogliosamente, a rinvigorirle e a consolidarle ulteriormente […]”.

La consegna dello spadino simboleggia il “passaggio” dei valori militari dagli “anziani” ai “giovani”. Si compie, così, un altro passo importante nella crescita morale e spirituale dei frequentatori della prestigiosa Scuola militare viterbese. Gli Allievi del “corso giovane” hanno assunto formalmente lo status di Allievo Maresciallo, consapevoli di aver intrapreso un percorso impegnativo che li porterà a divenire Marescialli in grado di esercitare la funzione di Comandanti di Plotone nei reparti operativi dell’Esercito Italiano.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin