Bari. Domenica l’undicesima edizione del Premio Mimmo Bucci

L’undicesima edizione del “Premio Mimmo Bucci”, il festival nazionale della musica emergente, è in programma il prossimo 24 marzo, nel teatro Petruzzelli. L’iniziativa è nata per ricordare Mimmo Bucci, cantante del gruppo “La combriccola di Vasco”, travolto e ucciso da una moto pirata sul lungomare di Bari la notte del 15 maggio 2007. L’obiettivo è dare spazio e voce ai giovani musicisti e, allo stesso tempo, di offrire loro un’occasione per emergere nel panorama musicale nazionale.

Come ogni anno è stato indetto un concorso per partecipare al quale i giovani artisti hanno inviato dei brani inediti. In passato i musicisti selezionati si presentavano direttamente all’evento finale, mentre quest’anno i dodici artisti scelti si sono esibiti per le selezioni al Teatro Traetta di Bitonto. Questi i nomi dei finalisti che si esibiranno sul palcoscenico del teatro Petruzzelli: Veronica Verri, Roberto De Frenza & le Maschere, Beatterr One, Stefano Tataranni, Giannini, Walter Celi. A condurre l’evento Mauro Pulpito e Giovanna De Crescenzo, mentre la commissione sarà guidata da un grande musicista, Agostino Marangolo, e composta da Fabio Losito, Massimo Barracane, Barbara Cirillo, Pasquale Trentatré, Giorgio Griffa, Pasquale Attolico e Francesco Fornarelli. Ospite d’onore della serata il cantante degli Stadio Gaetano Curreri.

Nel corso della conferenza stampa è stato anche lanciato il libro dedicato a Mimmo Bucci, “Cercami nel cuore della gente” (casa editrice Wip edizioni). “Sono passati tanti anni dal giorno in cui, dopo la morte di Mimmo, si è formata questa comunità – ha esordito il sindaco Decaro -. Ero assessore al Traffico e ricordo bene il grande lavoro fatto con altre associazioni e con le radio per sensibilizzare i cittadini su una guida più prudente. Come spesso accade, questo gruppo di persone strette attorno al nome e al ricordo di Mimmo Bucci è cresciuto molto, riuscendo a trasformare la sua passione in un festival musicale. Oggi presentiamo la serata finale dell’undicesima edizione della manifestazione che ancora una volta si terrà nel teatro Petruzzelli. Un evento artistico che sta in piedi grazie all’impegno e agli sforzi dei genitori, Francesca e Antonio Bucci, e degli amici che ogni giorno, lavorano instancabilmente per la riuscita del festival. Credo anche sia un’opportunità importante per tanti giovani emergenti, affinché possano guardare al futuro con maggior fiducia”.

“Ogni anno mi esibisco anche io durante la serata, lo faccio per abbassare il livello ormai sempre più alto degli artisti – ha ironizzato Vannucci che rivestirà il doppio ruolo di direttore artistico e comico -. A farci divertire saranno gli Scemifreddi Cabaret congelato e i Superclassifica Sciò. Ringrazio tutti gli enti coinvolti nel progetto, sempre presenti al fianco della famiglia Bucci, cosa affatto scontata di questi tempi”.

“Tengo a precisare che questa manifestazione non è a scopo di lucro – ha sottolineato Francesca Bucci -. Tutte le persone che lavorano al progetto non percepiscono un euro, lo fanno soltanto perché sono amici di Mimmo. I soldi ricavati dalla vendita dei biglietti servono a coprire le spese vive del teatro Petruzzelli. So che dietro a questo evento c’è sempre la mano di Mimmo, anche perché lo avverto tutte le volte che penso di lasciar perdere. Ringrazio l’amministrazione e Puglia Sounds per l’aiuto concreto e il supporto che ci garantiscono”.

“Il premio Mimmo Bucci – ha dichiarato Fabio Losito – è diventato un tradizionale e immancabile appuntamento annuale con la grande musica dal vivo, per gli amici di Mimmo, ma anche per chi ne condivide la passione senza aver avuto modo di conoscerlo. La presenza di Gaetano Curreri conferma la volontà e la capacità di far crescere una manifestazione che offre sempre maggiori opportunità alle band emergenti. Dopo le semifinali al teatro Traetta di Bitonto, calcare il palco del Petruzzelli sarà un’esperienza indimenticabile per gli artisti che hanno raggiunto la finale di un concorso unico nel suo genere”.

“Per me è un grande onore e piacere presentare la manifestazione e poter far parte di questa squadra – ha detto Mauro Pulpito -. Il livello artistico è molto alto: il festival può essere certamente un punto di partenza per i ragazzi che si apprestano a calpestare il palco del Petruzzelli per la prima volta”. “Non era possibile progettare un libro dove fossi l’unico a parlare di Mimmo – ha concluso Maurizio Tarantini -, perciò abbiamo chiesto a tutte le persone che lo conoscevano di scrivere di lui. In verità anche chi non lo conosceva ha deciso di scrivere qualcosa. Sono tanti gli amici, i musicisti e i politici che hanno preso parte a questo progetto e al suo interno ci sono anche i disegni di due artisti”. Il festival è organizzato dall’associazione SMART X Mimmo Bucci, in collaborazione con Antonello Vannucci e Fabio Fornelli, con il patrocinio del Comune di Bari, Regione Puglia e Puglia Sounds.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin